Irideos compra Clouditalia, raddoppia la rete in fibra - CorCom

L'OPERAZIONE

Irideos compra Clouditalia, raddoppia la rete in fibra

Prosegue il percorso di crescita e consolidamento dell’azienda controllata da F2i e Marguerite con l’acquisizione della società che gestisce 15mila km di infrastruttura. Riflettori sui servizi B2B

03 Ott 2018

F. Me

Irideos compra Clouditalia, l’operatore specializzato nell’offerta di servizi integrati di connettività e data center. La società gestisce una rete in fibra ottica che si estende per circa 15.000 km sul territorio nazionale, coprendo sia tratte di lunga distanza che tratte metropolitane (circa 3.000 km nelle principali città italiane, tra cui Milano, Roma, Torino, Brescia, Napoli, Padova, Bologna e Bari), attraverso la quale fornisce servizi di telecomunicazione a clienti business e consumer. Di particolare rilevanza è l’infrastruttura di circa 750 km tra Bologna e Bari: un asset unico su una direttrice cruciale verso l’est Europa ed il Medio-Oriente. Oltre alla rete in fibra ottica, oggetto di costanti migliorie per garantirne la stabilità e l’efficienza, Clouditalia ha avviato nel tempo un programma di investimenti ulteriori che l’ha portata a disporre di tre data center, situati ad Arezzo, Milano e Roma, e di un operatore virtuale di telefonia mobile (MVNO), a seguito dell’acquisizione di Noitel, avvenuta ad Agosto 2017.

Irideos è controllata da F2i e da Marguerite, fondo creato con il sostegno di sei istituzioni finanziarie pubbliche europee, è nata nel luglio 2017 con l’acquisizione di Infracom Italia, a cui sono poi seguite le acquisizioni di MC-link, BiG Tlc, KPNQWest Italia e, a luglio 2018, di Enter. Completata lo scorso agosto la fusione per incorporazione delle prime quattro società, Irideos è oggi posseduta al 78,3% da F2i, al 19,6% da Marguerite e per il restante 2,1% da azionisti di minoranza.

Irideos già oggi può contare su una rete in fibra ottica di circa 15.000 km, che si estende lungo le principali autostrade nazionali e include circa 2.400 km di tratte metropolitane. La piattaforma tecnologica del gruppo comprende 12 data center, situati a Milano (dove ha sede Avalon, il più grande Internet Exchange privato italiano con oltre 150 operatori collegati), Roma, Trento e Verona. Grazie a questa infrastruttura, la compagnia consente ad aziende e operatori di ospitare le proprie architetture informatiche e usufruire di piattaforme cloud avanzate, godendo di un accesso diretto e privilegiato alla rete dati italiana.

POINT OF VIEW: WHITE PAPER  5 mosse per risparmiare oltre l'80% sul price di Azure SCARICA IL WHITEPAPER

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

Attraverso l’acquisizione di Clouditalia, Irideos raddoppierà la rete in fibra ottica a disposizione sul territorio nazionale, aumenterà in maniera significativa la capacità di fornire soluzioni B2B per connettività ad alte prestazioni, servizi data center, cloud, gestione di sistemi IT e cyber security. L’estensione e la capillarità della rete consentiranno di raggiungere ulteriori distretti e aree industriali ancora in digital divide, e di fornire servizi di backhauling per le torri di telecomunicazioni dislocate sul territorio. Non da ultimo, l’aggregazione permetterà di beneficiare di rilevanti economie di scala e di sinergie industriali e operative.

La conclusione dell’operazione, soggetta ad alcune condizioni, tra cui l’approvazione da parte dell’Antitrust, è prevista entro fine novembre.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
clouditalia
I
irideos