L'ACCORDO

Italtel, scongiurati i tagli: via ai contratti di solidarietà

L’intesa raggiunta con i sindacati riguarda 162 lavoratori su 850 e coinvolge le sedi di Milano, Roma e Palermo con una riduzione complessiva dell’orario di lavoro che varierà tra il 30% e 85%

Pubblicato il 19 Mag 2023

di salvo Italtel

Nessun licenziamento in Italtel ma contratti di solidarietà per 12 mesi che coinvolgeranno 162 lavoratori su 850.

È il punto chiave dell’intesa raggiunta tra azienda e sindacati per risolvere la partita della ristrutturazione aziendale che prevedeva il taglio di 123 addetti.

L’intesa riguarda le sedi di Milano, Roma e Palermo con una riduzione complessiva dell’orario di lavoro che varierà tra il 30% e 85%.

Gli incentivi

Previste anche forme di incentivo all’incentivo su base volontaria. L’accordo mira ad affrontare il business anche avviando collaborazioni con Its e università per agevolare l’ingresso di giovani e piani di reskilling del personale.

WHITEPAPER
L'AI è al centro del dibattito: come non rimanere indietro evitando passi falsi
Machine Learning
Cognitive computing

Sprint alla telemedicina

Intanto l’azienda spinge sulla telemedicina. Italtel e Med58, startup del mondo healthcare, hanno dato il via a una nuova collaborazione con lo scopo di sviluppare una soluzione efficace che affianca a una piattaforma evoluta di telemedicina la gestione completa del dossier clinico del paziente, la pianificazione e monitoraggio del percorso clinico post-prestazione, il coinvolgimento del paziente mediante i piani clinici (follow-up e reminder), la disponibilità di analisi statistiche evolute, deep learning e dinamiche di AI sui dati raccolti. La nuova soluzione è rivolta a tutti gli stakeholder della Sanità pubblica e privata, delle strutture sanitarie e delle aziende della filiera.

Italtel ha messo a punto una piattaforma proprietaria di telemedicina chiamata DoctorLink che, grazie alle tecnologie IoT e webRtc (web real-time communication), consente il tele-monitoraggio dei pazienti, la comunicazione tra pazienti e medici o tra medici dislocati in differenti strutture, con scambio di informazioni audio, video, dati clinici raccolti in tempo reale, testi, immagini o altre forme necessarie per la prevenzione, il trattamento e il successivo controllo dei pazienti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Aziende

I
italtel

Approfondimenti

S
sindacati

Articolo 1 di 4