Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

REPORT

Juniper Research: m-payment a +50% entro il 2014

Secondo la società di ricerca il numero di utenti che si affidano al mobile per l’acquisto di beni fisici passerà da 393 milioni e 580 milioni in due anni. Giro d’affari a quota 730 miliardi di dollari entro 5 anni

09 Ott 2012

Paolo Anastasio

La quantità di consumatori che si affidano all’m-payment per l’acquisto di beni fisici da remoto è destinato ad aumentare del 50% nei prossimi due anni. Queste le previsioni di Juniper Research, secondo cui il numero di consumer che usano il dispositivo mobile per fare acquisti passerà da 393 milioni di quest’anno a 580 milioni entro fine 2014. Il forte incremento di acquirenti mobili, secondo la società di analisi, è la conseguenza diretta dell’accresciuta fiducia dei consumer verso gli smartphone e dei meccanismi di browsing e di pagamento.

Dalle ricerche è emerso che anche i retailer registrano un forte incremento degli acquisti digitali con transazioni medie cresciute su base settimanale. Dal report emerge però che gran parte dei siti dei retailer non sono ancora ottimizzati per il browsing in mobilità e l’m-commerce, e non permettono di effettuare registrazioni o acquisti.

Fra i consumatori, poi, i timori legati alla sicurezza restano l’ostacolo maggiore all’adozione dell’m-commerce. Il valore degli acquisti fisici da remoto raggiungerà un giro d’affari annuo di 730 miliardi di dollari entro 5 anni. Nel contempo, l’e-retail sta migrando verso smartphone e tablet, tanto che già oggi le transazioni via tablet superano quelle concluse via desktop e laptop. Le soluzioni di billing messe in campo dagli operatori si stanno diffondendo sempre più, anche se per ora sono limitate agli acquisti di beni digitali.

Argomenti trattati

Approfondimenti

J
juniper research
M
m-commerce
M
m-payment