Kopf: "Eliminare gli ostacoli agli investimenti in banda larga" - CorCom

DIGITAL VENICE

Kopf: “Eliminare gli ostacoli agli investimenti in banda larga”

Per il top manager di Deutsche Telekom occorrono “misure coraggiose” per ridare all’Europa la leadership nell’innovazione. Fondamentali un level playing field con gli attori di Internet e una politica dello spettro europea

08 Lug 2014

Patrizia Licata

L’economia digitale può trasformare l’Europa e ridarle il ruolo di guida nell’innovazione e nell’economia globale che ha perso da tempo. Wolfgang Kopf, Senior vice president di Deutsche Telekom, parlando a Digital Venice in occasione della tavola rotonda degli operatori dell’economia digitale alla presenza del commissario Ue per l’Agenda digitale, Neelie Kroes, e del premier Matteo Renzi, ha ricordato che “Dieci anni fa gli operatori e i vendor europei erano leader sul mercato mondiale nelle telecomunicazioni fisse e mobili. Nel settore Internet ce la giocavamo alla pari con gli Stati Uniti”. Oggi però “abbiamo perso ogni singola posizione di leadership. La catena del valore nel digitale è dominata da Usa e Cina”.

Per poter ribaltare questa situazione, l’Europa deve, secondo Kopf, adottare alcune misure coraggiose. “Poiché il cuore di ogni digitalizzazione sono le reti di banda larga, dobbiamo stimolare gli investimenti”, afferma il top manager della telco tedesca. “Oggi un grave ostacolo è rappresentato dalla normativa sull’accesso e sui prezzi. E’ necessaria una revisione profonda delle regole”.

Il secondo passo sarà creare “un level playing field con le grandi aziende di Internet: le stesse regole devono valere per tutti i player sul mercato”, afferma Kopf. “Non dovrebbero essere imposti nuovi ostacoli all’innovazione e alla crescita del mercato. Ecco perché le regole sulla net neutrality andranno disegnate con molta attenzione”. Per finire, secondo Kopf “abbiamo bisogno di una politica dello spettro europea per creare un vero mercato unico”.