La PA sarda viaggia a 200 giga al secondo: si apre la partita del Polo Strategico nazionale - CorCom

L'UPGRADE

La PA sarda viaggia a 200 giga al secondo: si apre la partita del Polo Strategico nazionale

Concluso il progetto Kentos, frutto della collaborazione tra Fastweb e la Regione: la rete compie un’evoluzione in termini di velocità, affidabilità e scalabilità, proiettandosi tra le amministrazioni pronte a diventare infrastrutture chiave del cloud nazionale

21 Lug 2021

F. Me

“Vola” la rete telematica della Regione Sardegna. L’ente e Fastweb annunciano la completa realizzazione di Kentos, il progetto grazie al quale l’infrastruttura di rete regionale compie una vera e propria evoluzione in termini di velocità, affidabilità e scalabilità. Con una capacità trasmissiva che passa da 2,5 a 200 Gigabit al secondo, la Regione Sardegna sarà in grado oggi di offrire una connettività pubblica efficiente e a prova di futuro, e di abilitare l’accesso a nuovi servizi digitali per i cittadini e le imprese del territorio proiettandosi tra le amministrazioni più infrastrutturate e pronte per il Polo Strategico Nazionale, il progetto governativo nazionale in via di definizione che prevede la gestione in cloud dei dati di tutti i cittadini.

“Da tempo la Regione Autonoma della Sardegna ha intrapreso un percorso di transizione al digitale che si pone l’obiettivo di realizzare una Pubblica Amministrazione più evoluta ed efficiente, in grado di fornire servizi di qualità per i cittadini e vantaggi per gli stessi enti pubblici, in termini di tempo e risorse- commenta  Valeria Satta, assessore degli Affari generali, Personale e Riforma della Regione – Attraverso la super rete Kentos sarà possibile realizzare una dorsale ad anello che metterà in comunicazione i Comuni di tutta la Sardegna e le istituzioni pubbliche, ad una velocità di navigazione di 200 giga”.

“Siamo davvero orgogliosi di aver affiancato la Regione Sardegna in un progetto che renderà più efficienti e moderne le comunicazioni della pubblica amministrazione – evidenzia Onofrio Pecorella, Head of Local Government Sales di Fastweb – La partnership avviata con la Regione ci ha consentito di riqualificare e ammodernare l’infrastruttura di rete che diventerà il vero cuore pulsante di tutta la connettività pubblica della Sardegna, facilitando l’implementazione di servizi digitali di ultima generazione da qui ai prossimi anni con notevoli risparmi”.

La Rete Telematica Regionale è una infrastruttura di rete in fibra ottica che si sviluppa per oltre 2.400 km. Questa collega circa 800 uffici pubblici di comuni, provincie, aziende sanitarie, università e sedi della Regione Autonoma della Sardegna e grazie agli interventi di Fastweb la Rtr sarda si è elevata ai migliori standard a livello europeo, con circa 25.000 utenti serviti.

La nuova rete consentirà all’Amministrazione di sviluppare applicazioni innovative per supportare l’erogazione di servizi digitali ai cittadini e alle imprese del territorio, la completa digitalizzazione di  settori chiave come sanità, giustizia, cultura, turismo per renderli più efficienti, sicuri e sostenibili, e contribuirà, infine, all’ammodernamento tecnologico dell’intero sistema informatico regionale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
Fastweb
R
ragione sardegna

Approfondimenti

B
banda ultralarga

Articolo 1 di 2