Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La prima trasmissione sottomarina a 100 Gigabit

19 Ott 2011

Infinera e Pacific Crossing, azienda di proprietà di Ntt
Communications e operatore del sistema transpacifico sottomarino
PC-1, hanno annunciato la piena riuscita di una trasmissione
sottomarina a 100 Gigabit al secondo (Gb/s) su una distanza di
oltre 9.500 chilometri dalla California al Giappone, sulla fibra
PC-1 di Pacific Crossing.

Si tratta della prima – e più lunga – trasmissione digitale
coerente a 100 Gb/s operata attraverso il Pacifico. Questo evento
ha permesso alle due aziende di ottenere due “prime assolute”
nel settore: la prima trasmissione di un servizio clienti a 100 GbE
condotta attraverso il Pacifico utilizzando canali ottici da 40
Gb/s e la tecnologia FlexCoherent di Infinera. Il risultato è
stato ottenuto utilizzando il modulo ottico Infinera da 40 Gb/s
attualmente in commercio e l’interfaccia cliente da 100 GbE sulla
piattaforma Dtn di Infinera.

La prima realizzazione di un canale ottico da 100 Gb/s tramite Bpsk
(binary phase shift keying) con Sdfec (soft decision forward error
correction), che in futuro sarà disponibile sulla piattaforma Dtnx
Infinera. La tecnologia FlexCoherent di Infinera
permette ai service provider di ottimizzare la trasmissione con una
gamma di applicazioni che utilizzano formati multipli di
modulazione programmabili via software.

Infinera ha recentemente annunciato la disponibilità delle nuove
potenzialità Dtn e la nuova piattaforma Dtn-X che integra i super
canali basati sul Circuito Fotonico integrato (Pic) con la
trasmissione FlexCoherent.

La regione Asia-Pacific ha sperimentato una crescita esponenziale
della domanda di larghezza di banda internet: secondo Internet
World Stats, il numero di utenti internet in Asia è passato da 114
milioni a 922 milioni dal 2000 al 2011. Si prevede che la crescita
continuerà, inducendo così il bisogno di un equipaggiamento di
networking sottomarino che possa garantire la capacità
richiesta.

“La domanda dei clienti di banda transpacifica continua ad
aumentare – ha detto Takahiro Sumimoto, Direttore Esecutivo di
Pacific Crossing – Siamo lieti di lavorare con Infinera per
dimostrare la trasmissione dei 100 Gb sul nostro impianto di fibra
sottomarina, così come siamo soddisfatti che le potenzialità del
nostro network transpacifico abbiano contribuito alla riuscita
della dimostrazione di questa nuova tecnologia".

"Infinera è molto soddisfatta della collaborazione con
Pacific Crossing: questa prova di trasmissione costituisce una
pietra miliare per la realizzazione della prossima generazione di
sistemi ottici nella regione Asia-Pacific”, ha detto Deryck
Robinson, Vice President Subsea Business Unit di Infinera.

Infinera ha portato a termine con successo collaudi di super canali
da 100 Gb/s e 500 Gb/s attorno al globo, recentemente con Seacom in
Africa e Interoute in Europa. Per sottolineare il suo impegno a
fornire livelli potenziati di servizio e di supporto ai clienti
nell’area Asia-Pacific, Infinera ha da poco inaugurato un ufficio
a Hong Kong con centri dimostrazione e formazione per i clienti
locali.