Microsoft, Nadella dà la scossa: rimpasto top executive - CorCom

NOMINE

Microsoft, Nadella dà la scossa: rimpasto top executive

Stephen Elop, ex di Nokia, guiderà Microsoft Devices Group. Confermato Scott Gruthrie a capo della divisione Cloud and Enterprise, Phil Spencer a capo di Xbox, la cui “magia” arriverà su tutte le form factor

01 Apr 2014

Patrizia Licata

Microsoft punta su cloud, mobile e Xbox: lo confermano le nuove nomine di top executive annunciate dal Ceo Satya Nadella. Si tratta dei primi grossi cambiamenti ai vertici di Microsoft da quando Nadella è salito al ruolo di Ceo, a febbraio.

Innanzitutto, Scott Guthrie è stato promosso al ruolo di Executive Vice President Cloud and Enterprise, dove già serviva con un incarico pro tempore. La divisione era prima guidata dallo stesso Nadella. Guthrie è in Microsoft dal 1997 e da allora ha lavorato su .NET e altre tecnologie tra cui, di recente, e soluzioni cloud di Microsoft Azure, di cui ha promosso lo sviluppo e la crescita.

Ancora, a seguito dell’acquisizione delle attività handset di Nokia da parte del colosso americano del software, Stephen Elop entra in Microsoft come Executive Vice President del Microsoft Devices Group. L’ex Ceo di Nokia assumerà pienamente questo ruolo dopo che Microsoft avrà completato il takeover del business dei cellulari della casa finlandese, prevista per fine aprile, e riporterà direttamente al Ceo.

Infine, Phil Spencer assumerà un nuovo incarico come capo delle operazioni legate alla Xbox, fondendo i gruppi di sviluppo di Xbox e di Xbox Live con il team di Microsoft Studios. Spencer riporterà a Terry Myerson, executive VP for operating systems, con l’obiettivo di concentrarsi sul una più profonda integrazione del mondo dei giochi con lo sviluppo del sistema operativo. Nadella ha detto che questa nuova strategia aiuterà a “diffondere la magia della Xbox si tutte le form factor, dai tablet ai Pc ai telefoni”.

Nadella, che ha presentato la scorsa settimana Office per device mobili Apple, ha spiegato che il focus della sua azienda non sarà quello di rendere prioritario il sistema operativo Windows a scapito di altre iniziative: “Come ho detto dal mio primo giorno in Microsoft, dobbiamo fare tutto il possibile per crescere in un mondo guidato da mobile e cloud”, ha dichiarato Nadella. “Questo annuncio, la prossima chiusura dell’acquisizione di Nokia e i top manager che porremo alla guida dei nostri team lo dimostreranno”.