Milano Teleport, banda larga per la ricerca Enea nell'Antartico - CorCom

SATELLITE

Milano Teleport, banda larga per la ricerca Enea nell’Antartico

Milano Teleport fornirà connettività satellitare alla stazione italiana “Mario Zucchelli”. I servizi di Tlc dal satellite NSS9 a 183° East di Ses

02 Apr 2014

Lorenzo Forlani

Sarà Milano Teleport a fornire per i prossimi due anni ad Enea i servizi di connettività satellitare permanente a banda larga e relativo servizio di supporto tecnico h24 per la stazione antartica italiana “Mario Zucchelli”.

Con la riapertura della Stazione Mario Zucchelli (MZS) situata a Baia Terra Nova, in Antartide, ha preso avvio la XXIX campagna antartica estiva 2013-2014, promossa nell’ambito del PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide), finanziata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e coordinata a livello tecnico-logistico da Enea, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile. Le attività di ricerca presso la stazione MZS si svolgono prevalentemente nei campi della biologia marina e terrestre e sulla ricostruzione del clima degli ultimi duemila anni.

Milano Teleport contribuirà al progetto, fornendo ad Enea i servizi di telecomunicazione tramite il satellite NSS9 a 183° East della flotta SES. La connessione verrà utilizzata durante l’estate antartica dal personale della base per comunicare con gli istituti di ricerca, mentre, quando il personale rientrerà in Italia, la connessione satellitare consentirà alla Mario Zucchelli di operare in autonomia, gestita in remoto.

“Abbiamo superato la sfida delle condizioni estreme operative individuando la soluzione tecnica ottimale, assieme alla collaborazione di tutti i professionisti in Enea”, commenta Luca Massaro, responsabile engineering di Milano Teleport. “Siamo fieri di far parte di un progetto così importante e di collaborare con Enea” aggiunge Umberto Gallo, CEO di Milano Teleport.

“Grazie ai sistemi di telecomunicazione satellitare VSAT forniti da Milano Teleport si è migliorata la comunicazione tra il personale operante in Antartide e la comunità scientifica mondiale, a fronte della mole di dati che vengono trasferiti sulla rete nell’arco dei 4 mesi della campagna antartica estiva. Un ottimo risultato si è ottenuto nel settore della sicurezza riferito alle previsioni meteo riducendo rischi e costi per l’acquisizione dei dati indispensabili per l’operatività della Base Mario Zucchelli. Abbiamo migliorato e semplificato il sistema di telecomunicazione a voce utilizzando le tecnologie VoIP” è il commento di Alberto Della Rovere, Unità Tecnica Antartide (Enea) capo spedizione di numerose campagne antartiche.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
enea
M
milano teleport

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link