Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

MOBILE WORLD CONGRESS. Voice over Lte e femtocelle: la rivoluzione 4G targata Alu

Unire la potenza delle comunicazioni wireless con l’intelligenza delle architetture Ip: questa la ricetta a servizio degli operatori di Tlc, per sostenere il business e mettere a punto servizi di nuova generazione

14 Feb 2011

Unire la potenza di comunicazioni wireless più veloci, diffuse,
con l’intelligenza delle architetture IP, pronte a integrarsi in
modo sempre più trasparente anche con i servizi della rete fissa,
per esempio attraverso le piattaforme Ims, e a moltiplicare le
funzionalità. Sono queste le proposte che Alcatel-Lucent porta con
un’innovativa visione al Mobile World Congress 2011.

L'obiettivo è dimostrare come un operatore può trarre
benefici dall’evoluzione dell’architettura Lte – che comporta
importanti cambiamenti nelle componenti di rete di accesso,
backhaul e core –capace di supportare applicazioni mobili
rivoluzionarie grazie all’ampiezza di banda e alla versatilità
che garantisce. Questa nuova architettura full-Ip rivoluziona anche
la topologia di rete, nell’ottica della maggiore capacità.

Al Mwc si assiste a una delle prime demo di Voice over Lte al
mondo. La rete Ims e Lte di Alcatel-Lucent utilizza smartphone
pre-commerciali, dimostrando come la voce su Lte stia sempre più
diventando una realtà. È possibile effettuare video e audio
chiamate da e per gli stand di alcuni dei partner di
Alcatel-Lucent, ovvero Verizon Wireless, Gsm Association e LG
Electronics. Nello stand di Alcatel-Lucent il VoLTE è parte di
applicazioni avanzate, quali enhanced mobile retail, health care da
remoto e istruzione per bimbi. Sempre in collaborazione con Verizon
Wireless, sono disponibili demo live di multiplayer gaming e video
conferenza tra Barcellona e un’auto in movimento negli Stati
Uniti, adeguatamente attrezzata con una connessione Lte.

Protagoniste di questo nuovo modo di interpretare le reti wireless
sono anche le piccole celle, ormai adottate in tutto il mondo per
realizzare la convergenza delle reti con copertura indoor e outdoor
in modo più semplice ed economico rispetto alle tecnologie
tradizionali.

Dopo aver annunciato nei giorni scorsi che realizzerà la soluzione
femtocelle per Telefónica, Alcatel-Lucent annuncia un trial con
l’operatore saudita Zain. A Barcellona, Alcatel-Lucent presenta
il suo nuovo portafoglio di soluzioni per piccole celle 9360, che
copre diverse tipologie – dalle metro celle che ben si adattano a
spazi pubblici come centri commerciali, aeroporti e stazioni a una
gamma di piccole celle per uso domestico alimentate da una porta
USB standard, ad alta capacità, quindi, ma allo stesso tempo
compatte.

Viene inoltre dimostrato come liberare l’intelligenza della rete
in tempo reale grazie alla nuova soluzione Intelligent Traffic
Manager (ITM) che combina la soluzione Wireless Network Guardian
– proprio oggi Alcatel-Lucent ne ha annunciato l’adozione de
parte di Telecom New Zealand – con il sistema di gestione delle
policies di rete per elaborare in tempo reale le informazioni ed
effettuare in modo automatico i necessari aggiustamenti