Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nokia cede la sua quota Venyon a G&D, specialisti di smart card

La Venyon è un trusted service manager specializzato nel mercato della mobile near field communication (Nfc). Nokia ha ceduto la sua partecipazione: “Ma non smetteremo di investire nella Nfc”

01 Dic 2009

La Giesecke & Devrient ha acquisito la totalità della finlandese
Venyon Oy, grazie alla cessione della quota posseduta da Nokia.
G&D, provider di tecnologia che realizza tra l’altro smart card
per i pagamenti elettronici e sistemi di identificazione sicuri,
aveva già la maggioranza delle azioni, prima di questa operazione.
La Venyon, nata nel 2006, si è imposta come leader dei trusted
service managers (Tsm) sul mercato della mobile near field
communication (Nfc).

La Nfc è una tecnologia senza contatto a corto raggio che consente
l’accesso a molteplici servizi attraverso tre modalità di
funzionamento: contactless, comunicazione peer to peer e lettura di
smart card. In quanto Tsm, Venyon fornisce servizi certificati per
la gestione sicura di applicazioni critiche come le transazioni con
carte di credito sul telefonino dell’utente abilitato alla Nfc.
Ciò che rende la Venyon interessante per la G&D è il suo
posizionamento strategico come aggregatore di servizi Tsm tra gli
operatori di rete mobile che emettono sim card abilitate alla Nfc e
provider di servizi che necessitano di essere “assicurati” come
le banche.

“La decisione di acquisire la totalità della Venyon è una
pietra miliare nella strategia della G&D”, ha dichiarato il ceo
Karsten Ottenberg. “Ci permetterà di espanderci come provider di
soluzioni sicure per i cellulari – dalla sim alle microSD card
fino ai software per la gestione sicura di applicazioni critiche
sui telefonini”. Secondo la Ottenberg, il mercato per le
soluzioni Nfc è destinato a una robusta crescita. “La Venyon si
è costruita un know-how di alto livello nell’ecosistema Nfc e ci
sarà utile anche in altri segmenti di business”.

E Nokia? “Continueremo a sostenere l’Nfc”, secondo Mark
Selby, VP, Industry Collaborations, Nokia. “Oggi il mercato
dell’Nfc sta maturando ed è per noi il momento giusto per
concentrare i nostri sforzi nel produrre più terminali abilitati
all’Nfc e nel disegnare soluzioni per il supporto dell’Nfc”.
Allora perché vendere? “Riteniamo che il ruolo cruciale della
Venyon come terza parte accreditata che lavora a fianco di
operatori mobili e service provider sia sostenuto meglio da una
proprietà al 100% della Giesecke & Devrient, che è esperta nelle
applicazioni sicure per questo mercato”.