Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nsn, maxi commessa da 7 miliardi. Negli Usa la prima rete Lte wholesale

Con un contratto di 8 anni, la network company si occuperà di installare e gestire LightSquared la rete mobile a banda larga con copertura satellitare integrata

21 Lug 2010

Periodo intenso per Nokia Siemens Networks. Che sembra filare col
vento in poppa. A pochi giorni dall’importante acquisizione della
divisione reti di Motorola, la joint venture tedesco-finlandese
sigla un contratto-record in Nord America: della durata di otto
anni e del valore di 7 miliardi di dollari, vedrà Nsn impegnata a
realizzare, installare, gestire e manutenere la rete mobile
statunitense LightSquared.

Si tratta del primo network wholesale a livello nazionale di tipo
4G-Lte per la banda larga mobile con copertura satellitare, che
consentirà ai partner di offrire agli utenti finali servizi o solo
terrestri, o solo satellitari, o integrati (satellite più
terrestre). Essendo una rete all’ingrosso, LightSquared fornirà
capacità a clienti quali provider di servizi di comunicazione
fissa e mobile, operatori del cavo, produttori di device, aziende
del web, fornitori di contenuti e altri ancora.

Sarà anche, sottolinea Nsn, la prima rete wireless aperta e
neutrale al mondo, capace di promuovere lo sviluppo di nuovi
device, applicazioni e servizi mobili; la sua realizzazione
creerà, direttamente e indirettamente, più di 100 mila posti di
lavoro nel settore privato.

La mente dietro LightSquared è Philip Falcone, fondatore e chief
executive di Harbinger capital partners, che ha saputo prevedere
l’esplosione della domanda di connettività su banda larga mobile
generata dai nuovi device e da Internet in mobilità. Per
soddisfare questa domanda e concretizzare la propria idea di
business, Falcone ha realizzato una serie di investimenti tramite i
fondi Harbinger, acquisendo tra l’altro SkyTerra communications,
che fa parte oggi di LightSquared.

“Il lancio di LightSquared è una pietra miliare nella storia
dell’industria delle telecomunicazioni. E di Harbinger”,
afferma Falcone. “La domanda di broadband wireless cresce a passi
da gigante e c’è bisogno di sempre maggiore capacità e
copertura di rete. LightSquared contribuirà anche alla crescita
economica americana”. Falcone ha affidato la guida della società
a un esperto del settore, Sanjiv Ahuja, già Ceo di Orange group
(2004-2007) e che adesso sarà presidente e Ceo di
LightSquared.

“Determineremo un vero cambiamento per consumatori, operatori,
service provider”, afferma Ahuja. “La nostra rete offrirà una
connessione veloce e affidabile a Internet, ovunque ci si trovi, e
porterà gli Stati Uniti a essere leader nella tecnologia del
wireless broadband”.

La rete LightSquared nazionale, costruita e operata da Nsn,
consisterà di circa 40 mila stazioni base e arriverà a coprire il
92% della popolazione entro il 2015. “E’ il più grande
contratto in outsourcing per la realizzazione di una rete mobile
mai assegnato negli Stati Uniti e Nokia Siemens networks è fiera
di essere stata scelta per questo progetto”, commenta Rajeev
Suri, Ceo di Nsn.