DIVERSITA' E INCLUSIONE

Parità di genere, Cellnex Italia prima azienda a ottenere il “bollino”

Via alla Certificazione Uni/PdR 125:2022. La prassi è in vigore da marzo e fa parte delle priorità della missione 5 del Pnrr. ll 50% del management team è femminile così come 3 componenti su 7 del cda. La percentuale delle donne in organico è raddoppiata negli ultimi anni.

04 Lug 2022

Patrizia Licata

giornalista

gender-160804133024

Cellnex Italia è la prima azienda nel nostro Paese ad essere stata certificata per la parità di genere. La filiale italiana della società delle torri ha reso noto di aver completato positivamente il processo di audit e di essere la prima azienda in Italia ad aver ottenuto la Certificazione Uni/PdR 125:2022 per la parità di genere con il supporto di Consulnet Italia. L’auditing è stato condotto da Dnv Business Assurance. La prassi, fortemente voluta dal ministro per le Pari opportunità Elena Bonetti e parte integrante delle priorità strategiche della Missione 5 del Pnrr, è entrata in vigore in Italia il 16 marzo 2022.

La gender equality nell’Esg Master plan

Questo risultato “certifica l’impegno di Cellnex Italia nello sviluppo e promozione di politiche a supporto della gender equality attraverso la definizione di un piano strategico, integrato nell’Esg Master Plan di gruppo”, fa sapere la società. Il piano, presidiato internamente dal “Equity, Diversity & Inclusion” team, definisce le azioni concrete per la gestione della parità di genere all’interno dell’azienda oltre a monitorare, attraverso un sistema di indicatori di performance, le 6 aree di valutazione: cultura e strategia, governance, processi Hr, opportunità di crescita e inclusione delle donne in azienda, equità retributiva di genere e tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro.

WHITEPAPER
Dispositivi di Protezione Individuale intelligenti: come facilitano la sicurezza sul lavoro
IoT
Industria 4.0

Tra le azioni previste dal piano strategico per un’effettiva parità di genere, ad esempio, è stato implementato un percorso di formazione manageriale dedicato alle donne attraverso il quale oggi il 50% del management team è femminile così come 3 componenti su 7 del CdA, e la percentuale femminile in organico è raddoppiata negli ultimi anni.

Il gruppo ha, inoltre, adottato una politica specifica per il supporto alle genitorialità, per consentire e incentivare i papà ad essere presenti nella cura della famiglia, oltre ad aver adottato politiche volte a migliorare il work-life balance, come ad esempio l’adozione dello smart-working e policy specifiche per la disconnessione, e diverse iniziative di sensibilizzazione al tema diversity & inclusion come laboratori di idee, programmi di mentoring e concorsi interni per l’elaborazione di proposte fattuali da parti di tutti i suoi 250 dipendenti. Infine, è stato predisposto uno specifico strumento per monitorare l’impegno e i progressi dell’azienda nell’attuazione delle azioni legate alla diversità.

La certificazione sull’equità di genere

Accogliamo con soddisfazione l’integrazione del principio dell’equità di genere nella normativa nazionale e siamo estremamente orgogliosi di aver ricevuto questa certificazione per primi, ci tenevamo a dare un forte segnale. Solo così, infatti, si possono superare gli stereotipi e mettere al centro la progettazione e la concreta applicazione di politiche che investano sul talento, indipendentemente dalle differenze di generedichiara Gianluca Landolina, Managing director di Cellnex Italia – Lo sviluppo sostenibile è per noi una priorità strategica e prassi integrante del nostro modello di lavoro. Siamo convinti che solo attraverso la valorizzazione dei nostri talenti si possa incrementare la competitività e creare un futuro più sostenibile e inclusivo, anche a beneficio della crescita economica e sociale del Paese”.

Il percorso per la sostenibilità di Cellnex Italia è iniziato sin dagli esordi nel 2015, mettendo lo sviluppo sostenibile al centro della propria cultura aziendale e del modello di business, fino ad ottenere nel 2021 la certificazione Easi (Ecosistema aziendale sostenibile integrato), il primo modello di governance per la sostenibilità riconosciuto da Accredia. In linea con i principi di sostenibilità, Cellnex Italia, con la certificazione Uni/PdR 125:2022, ha voluto porre l’accento anche sulle politiche di parità di genere.

Siamo convinti che la gender equality debba essere al centro dell’azienda. Incoraggiare i talenti e premiare il merito sono per noi due elementi chiave per creare un ambiente di lavoro unico, arricchito dall’eterogeneità dei nostri dipendenti. Non esiste la ricetta perfetta ma dobbiamo essere consapevoli che questa è una vera e propria rivoluzione culturaleaggiunge Laura Mancuso, People & organization director di Cellnex ItaliaCon la certificazione siamo passati dal semplice rispetto di principi di parità e uguaglianza all’adozione di misure concrete per ridurre il divario di genere. Il nostro obiettivo è quello di contribuire ad un cambiamento in modo sostenibile e durevole nel tempo, in cui il merito diventi la chiave per affrontare le sfide di oggi e quelle di domani”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

G
gianluca landolina

Aziende

C
cellnex

Approfondimenti

G
gender gap
P
Pnrr
T
torri

Articolo 1 di 5