Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL BILANCIO

Persidera, utili 2015 a 10 milioni

La società di multiplex detenuta al 70% da Telecom e al 30% dal gruppo Espresso chiude il 2015 con ricavi vicini a 82 milioni di euro. Ma dal 2017 potrebbe perdere i canali Tv del gruppo Cairo che sta per mettere in funzione il mux proprietario

18 Mag 2016

A.S.

Persidera, la società che con i propri cinque multiplex trasporta il segnale per il digitale terrestre di Discovery, Sky Italia, gruppo Cairo e gruppo Espresso, chiude il 2015 con utili per circa 10 milioni di euro, dei quali 9,3 per la distribuzione in dividendi, ricavi di circa 82 milioni di euro e un ebitda di 36,7 milioni.

L’azienda, partecipata al 70% da Telecom Italia e al 30% dal Gruppo Espresso, riunisce i tre multiplex provenienti da Timb e i due che erano nel portafoglio di ReteA.

Tra i clienti della società Discovery impegna il 22% della capacità trasmissiva disponibile, mandando in onda Nove, Dmax, Real Time, K2, Giallo, Focus e Frisbee, Sky impegna il 9% della capacità trasmissiva con i suoi SkyTg24, Tv8 e Cielo, il gruppo Cairo 7%) con La7e La7D, De Agostini che attraverso i Mux di Persidera trasmette Super!, Viacom con Mtv Music, Paramount Channel, e il gruppo Espresso con Radiocapitaltv, Onda Italiana e M2otv. Tra i clienti “minori” Radio Italia Tv, Rtl 102,5, Hse24 ed LtMultimedia: in tutto la capacità trasmissiva impegnata al momento è l’88% del totale.

Tra i clienti persi nel corso dell’anno c’è GazzettaTv, che ha cessato le trasmissioni, mentre il gruppo Cairo potrebbe presto abbandonare Persidera per traslocare sul mux proprietario che dovrebbe partire con l’inizio del 2017.

Articolo 1 di 5