Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

TRIMESTRALE

Qualcomm, balzo degli utili sulle ali di Snapdragon

Il terzo trimestre chiude con profitti netti a 1,58 miliardi di dollari, in aumento del 31% e ricavi a quota 6,24 miliardi, in crescita del 35%. Risultati trainati dai chip mobili destinati agli smartphone. Rivisto al rialzo l’outlook del quarto trimestre

26 Lug 2013

Paolo Anastasio

Qualcomm ha chiuso il terzo trimestre dell’esercizio fiscale al 30 giugno con un balzo del 31% degli utili a 1,58 miliardi di dollari, a fronte di ricavi in crescita del 35% a 6,24 miliardi. A trainare le vendite i chip wireless destinati agli smartphone, in particolare la famiglia Snapdragon, i microprocessori usati dai maggiori produttori fra cui Apple e Samsung. Qualcomm ha rivisto al rialzo l’outlook per il quarto che termina a settembre.

Nel terzo trimestre, i ricavi da licenze sono aumentati del 16% a 1,96 miliardi, mentre le vendite di apparati e servizi sono aumentate del 45% a 4,29 miliardi.

La crescente diffusione di smartphone di fascia bassa rappresenta un’occasione per ampliare il fatturato ma anche una potenziale minaccia per Qualcomm, i cui margini potrebbero finire sotto pressione.

L’azienda ha commercializzato 172 milioni di chip modem, in aumento del 22% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’azienda punta molto sullo sviluppo dell’Lte e dell’Internet of things per proseguire nel suo trend di crescita.

Non più tardi dello scorso mese di gennaio, Qualcomm ha presentato la nuova generazione di processori per dispositivi mobili – Snapdragon 800 e Snapdragon 600 – destinati ai device di fascia alta. “Grazie al successo delle precedenti piattaforme Qualcomm Snapdragon, i nostri processori per dispositivi mobili sono diventati i preferiti per i dispositivi di fascia alta” – ha detto Steve Mollenkopf, presidente e Chief Operating Officer Qualcomm – I nuovi Snapdragon 800 e 600 saranno in oltre 50 dispositivi consentendoci così di stabilire un nuovo standard di eccellenza nel mobile computing”.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link