Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

BROADBAND MOBILE

Report Bwcs: wi-fi in treno, Italia seconda in Europa

La classifica vede in testa il Regno Unito, con 2mila carrozze munite di connessione. Il nostro Paeese a quota 995, prima della Germania con 911. Servizio a pagamento soltanto nel 17% dei casi

06 Lug 2012

Paolo Anastasio

Il Regno Unito guida la classifica europea del Wi-Fi a bordo in treno, seguito da Italia e Germania. E’ quanto emerge dal report realizzato da Bwcs, società di analisi specializzata nel settore ferroviario, “The European Market for Train-Based Broadband Wireless Services 2012”. Sono 2mila nel Regno Unito i treni muniti di connessioni Wi-Fi, a fronte dei 995 treni equipaggiati in Italia e dei 911 in Germania.

Secondo stime di Bwcs, la fornitura in Europa di servizi broadband in treno passerà da un giro di affari di 47 milioni di euro nel 2011 a 80 milioni di euro nel 2021.

Ad oggi, più della metà delle forniture di Wi-Fi in treno sono gratuite per tutti i passeggeri, con appena il 17% delle vetture con servizio a pagamento – in particolare a bordo dei convogli di Deutsche Bahn in Germania e sui Tgv in Francia – e il 28% delle carrozze dove si adotta un sistema di pagamento misto, gratuito in prima classe e a tempo in seconda classe.

In Italia i Frecciarossa di Fs e Italo di Ntv e offrono la possibilità di connettersi gratis.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Deutsche Bahn
F
Fs
N
ntv
T
treno
W
wi-fi