Retelit finalizza l'aquisizione di Brennercom: sul piatto 58 milioni - CorCom

L'OPERAZIONE

Retelit finalizza l’aquisizione di Brennercom: sul piatto 58 milioni

Il deal consentirà al Gruppo di diversificare ulteriormente l’offerta di servizi a valore aggiunto e infrastrutture con una copertura capillare del territorio italiano e posizioni interessanti in Austria e sud della Germania

30 Lug 2020

F. Me.

Retelit, tramite la controllata Retelit Digital Services, ha perfezionato il closing dell’acquisizione del 100% delle azioni con diritto di voto di Brennercom.

“Con questa operazione si apre un capitolo importante per la storia del Gruppo Retelit che nell’arco di pochi mesi ha aumentato considerevolmente il proprio perimetro e l’offerta, con le acquisizioni di Gruppo PA prima e oggi di Brennercom – evidenzia il presidente di Retelit, Dario Pardi – In particolare, grazie a Brennercom, Retelit ha intensificato la propria presenza in Trentino-Alto Adige, un’area che riveste un ruolo di primaria importanza nel nostro Paese anche grazie alla sua elevata intensità imprenditoriale e ricchezza pro-capite e che per le sue specificità territoriali, storiche e legislative rappresenta un unicum in Europa”.

L’operazione in sintesi

Retelit, attraverso la società interamente controllata Retelit Digital Services, ha acquisito Brennercom da Athesia Druck e Athesia Tyrolia Druck, controllate da Athesia.

Il corrispettivo per l’acquisizione ammonta a 58,1 milioni, sulla base di un enterprise value di Brennercom e delle sue controllate stimato in 65 milioni.

webinar -16 dicembre
5G e connettività a banda ultralarga: la priorità, anche dopo l'emergenza
Networking
Telco

Il prezzo è stato pagato per un importo di 43,1 milioni per cassa, attraverso linee di credito messe a disposizione di Retelit Digital Services da Unione di Banche Italiane, Intesa Sanpaolo, Mps Capital Services per le Imprese e Banco Bpm, e per un importo di 15 milioni in azioni Retelit, per un ammontare pari a circa il 5,13% del capitale sociale di Retelit: queste azioni provengono dall’offerta pubblica di acquisto volontaria parziale promossa da Retelit Digital Services su azioni Retelit a luglio.

Obiettivo dell’operazione

L’operazione, insieme alla recente acquisizione del Gruppo PA, consentirà al Gruppo Retelit “di posizionarsi tra le realtà leader in Italia nel settore Ict, con un’offerta ben diversificata tra infrastruttura e servizi a valore aggiunto e con una copertura capillare del territorio italiano, con posizioni interessanti in Austria e sud della Germania”, spiega una nota aziendale. In particolare, Retelit potrà accrescere ulteriormente i propri volumi e margini, e godere di evidenti vantaggi competitivi, dati, tra l’altro, da una maggiore possibilità di investimenti tecnologici per aumentare l’infrastruttura e i servizi, una maggiore copertura commerciale del territorio, migliori economie di scala con ottimizzazione della struttura dei costi.

“Vista l’alta fidelizzazione dei clienti Brennercom e grazie alle forti sinergie, il Gruppo Retelit potrà inoltre migliorare il proprio posizionamento verso la clientela business attraverso offerte integrate e potenziate proprio per questo segmento – conclude – Come previsto dal Piano Industriale 2020-2024, reso noto il 12 marzo 2020 (al cui comunicato in pari data si rimanda), dall’integrazione delle due realtà ci si attende un significativo miglioramento in termini di volumi e marginalità, grazie alle sinergie che il gruppo intende sviluppare proponendo un’offerta congiunta e diretta al mercato business di infrastruttura e servizi gestiti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

D
dario pardi

Aziende

B
brennercom
R
Retelit

Articolo 1 di 2