Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Romani: “Italia e Armenia pronte a collaborare su Tlc e Tv”

Durante l’incontro con il premier armeno il viceministro italiano alle Comunicazioni ha annunciato il coinvolgimento di Poste italiane nello sviluppo di un sistema per il mobile payment

27 Gen 2010

"Una importante opportunità per apprezzare il livello di
tecnologie innovative nel campo delle telecomunicazioni in Armenia
e per sostenere le possibilità per i nostri due Paesi di diventare
principali partner per lo sviluppo delle infrastrutture
tecnologiche per le telecomunicazioni ed in particolare per il
processo di digitalizzazione televisivo”. Con queste parole il
ministro delle Comunicazioni, Paolo Romani, ha commentato
l’incontro avvenuto ogggia Yerevam con il primo ministro armeno
Tigran Sargsyan e con il ministro dell'Economia Nerses
Yeritsyan.

“L'incontro – si legge in una nota del dicastero di via
Veneto – è stata l'occasione per preparare il terreno ad una
proficua collaborazione nell'ambito della realizzazione di
infrastrutture tecnologiche in Armenia con particolare riguardo
alla digitalizzazione del sistema televisivo, alla diffusione della
connessione internet in banda larga e delle infrastrutture di
telecomunicazioni”.

Romani si è recato in Armenia con una nutrita delegazione composta
da rappresentanti del settore televisivo, delle telecomunicazioni,
e del sistema postale al fine di illustrare il modello di
digitalizzazione utilizzato in Italia e di attivare forme di
collaborazione per trasferire il know how italiano.

"Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti dai numerosi
incontri con le massime Autorita' della Repubblica Armena –
ha detto Romani a conclusione dell'incontro -. Ho notato grande
apprezzamento da parte delle Autorità Armene per l'interesse e
la competenza dimostrata dalla delegazione italiana. La
collaborazione si è concretizzata nella proposta da parte delle
aziende italiane di comunicazione di ospitare nelle proprie
strutture rappresentanti tecnici proposti dal governo armeno e, per
quanto riguarda il settore postale, le poste Armene (Hay Post) e
Poste Italiane si sono accordate per sviluppare un sistema
innovativo per i servizi finanziari per la telefonia mobile e per
il mobile payment attraverso i sistemi postali".

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link