Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA VALUTAZIONE

Scorporo rete Telecom, Fitch: “Difficile valutare impatto sul rating”

A frenare il giudizio dell’agenzia la mancata chiarezza sull’evoluzione della domanda di servizi e il contesto regolatorio. “Il rating dipenderà anche da quanto i ricavi della separazione verranno usati per ridurre il debito”

26 Set 2012

F.Me.

Le implicazioni sul rating di Telecom Italia di uno scorporo della rete fissa sono difficili da valutare, per via delle diverse conseguenze possibili. Lo sottolinea una nota Fitch. Secondo l’agenzia di rating, il controllo della rete costituisce di per sé un vantaggio strategico, soprattutto in una fase di mutamenti tecnologici dove non è chiaro quale sarà la domanda dei consumatori per nuovi servizi. “Ciò – puntualiZza la nota dell’agenzia – particolarmente vero in Italia, dove non esistono reti via cavo che possano porsi come concorrenti”.

Un altro nodo è costituito dal contesto regolatorio, “dal momento che – spiega Fitch – la convenienza di uno scorporo sarà legata alla certezza che le norme consentano un adeguato ritorno economico nel lungo periodo e alla disciplina degli investimenti nella fibra ottica”. Resta inoltre da calcolare quanto “la perdita di quote di mercato nel settore retail della controllante verrà compensata dai maggiori introiti della nuova società”. Le valutazioni di Fitch, infine, dipenderanno da quanto “i ricavi dello scorporo verranno utilizzati per ridurre l’indebitamento”. L’agenzia attualmente assegna a Telecom Italia un rating BBB con outlook negativo.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
fitch
R
rating
S
scorporo rete
T
telecom italia