Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'OPERAZIONE

Vodafone ci riprova con Liberty Global. Sarà la volta buona?

Le due aziende hanno riaperto un negoziato già tentato in passato per uno scambio di asset convergenti. Sul tavolo le reti via cavo in Europa continentale. Virgin Media (Uk) per ora fuori dal deal

05 Feb 2018

Patrizia Licata

giornalista

Vodafone è in trattative per l’acquisizione di una parte dell’infrastruttura via cavo di Liberty Global. Il gruppo britannico, dopo indiscrezioni apparse sulla stampa, ha confermato di trovarsi “nelle fasi iniziali di un negoziato con Liberty Global in merito alla possibile acquisizione di alcuni asset che si sovrappongono in Europa continentale di proprietà di Liberty Global“.

Vodafone già possiede alcune attivià nel settore del cavo in virtù delle acquisizioni di Kabel Deutschland in Germania nel 2013 e di Ono in Spagna nel 2014. Nel 2016 Vodafone ha avviato un negoziato con Liberty Global in cerca di un potenziale accordo su uno scambio paritario di asset che includeva Kabel Deutschland e Virgin Media in Uk, di proprietà di Liberty. Le trattative si sono interrotte con un nulla di fatto a causa di divergenze sulla valutazione degli asset.

Liberty, che ha già dismesso la sua società austriaca del cavo, UPC, venduta a T-Mobile Austria, ha ora riaperto il negoziato con Vodafone; le due aziende stanno discutendo un eventuale deal solo per le regioni dell’Europa continentale in cui possiedono asset che si sovrappongono, tra cui Germania, Repubblica Ceca, Ungheria e Romania, escludendo quindi UK e Irlanda (Virgin Media). Secondo gli analisti sentiti da Reuters, sarebbe la Germania il mercato in cui Vodafone potrebbe trarre i maggiori benefici da un accordo con Liberty, la cui rete via cavo aiuterebbe il gruppo britannico a competere con l’ex incumbent Deutsche Telekom grazie a un pacchetto completo di servizi convergenti. Il Financial Times valuta il potenziale accordo tra Vodafone e Liberty sugli asset del cavo a 14 miliardi di euro.

Vodafone non ha fornito dettagli sulla possibile durata delle trattative, sottolineando che non è al momento certo che si arrivi a un accordo con Liberty e precisando che comunque non esiste alcuna ipotesi di fusione tra le due aziende.

Nel 2016 Vodafone ha fuso le sue attività in Olanda con quelle locali di Liberty Global (marchio Ziggo) con un’acquisizione da 1 miliardo di euro che ha dato vita a una joint venture paritetica nella telefonia mobile, banda larga, Tv.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link