Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SPACE ECONOMY

Servizi di sicurezza per Galileo, sul piatto 130 milioni

Thales Alenia Space ha siglato con Esa e Commissione Ue un contratto per lo sviluppo e il lancio della nuova versione del segmento di Terra e dell’infrastruttura di sicurezza

20 Dic 2018

F. Me

Thales Alenia Space va avanti su Galileo. La jv Thales e Leonardo ha siglato un contratto per una nuova tranche nell’ambito del contratto siglato lo scorso ottobre con l’Agenzia Spaziale Europea (Esa), per conto della Commissione Europea e l’Agenzia Europea Gnss (Gsa), per lo sviluppo e il lancio  della nuova versione del segmento di Terra della Missione Galileo (Gms) e dell’infrastruttura di sicurezza PRS (Gsf), entrambe note come “WP2X”.

La nuova tranche, il cui valore ammonta a circa 130 milioni di euro e che coprirà le attività fino a  giugno 2021, comprenderà il completamento del Prs (Servizi pubblici regolamentati), l’adattamento del segmento di Terra per la fornitura di un’interfaccia, via PocPs computerizzato (Point of Contact Platform tra : il Galileo Security Monitoring Center (Gsmc), che permette l’accesso dei servizi Prs al nuovo sistema e le entità governative che controllano l’accesso nelle loro stazioni di recezione .

Thales Alenia Space sarà a capo di  un consorzio che include le maggiori aziende in Francia, Spagna, Italia e Germania e che coinvolgerà anche il gruppo Thales come supporto al prime contractor e per l’architettura e l’ integrazione delle componenti di sicurezza e per la piattaforma  PocPs, e Leonardo per la Galileo Security Facility (Gsf), che gestisce i servizi Prs e quelli PocP’s .

“Siamo davvero onorati della fiducia riconosciutaci dall’ Esa, e allo stesso tempo da Gsa e dalla Commissione Europea, che ci ha permesso di siglare oggi  questo nuovo contratto per una nuova tranche –dice Jean Loΐc Galle, ceo di Thales Alenia Space – Insieme ai nostri partner, offriremo le  migliori soluzioni per rispondere alle esigenze dei cittadini europei e degli utenti di Galileo, attraverso servizi migliori, e per rispondere alla strategica richiesta dell’Europa di indipendenza nel dispiegare appropriati servizi Prs”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

G
galileo
T
thales alenia space

Articolo 1 di 5