Sky, mani sul digitale: intesa con TiMedia per 5 canali

A regime il contratto ammonterebbe e più di 20 milioni annui. La banda presa in affitto da Telecom Italia Media Broadcasting potrebbe servire per trasmettere in chiaro le partite di serie A 2015-2018, se il gruppo guidato da Murdoch dovesse aggiudicarsi l’asta in corso

20 Giu 2014

A.S.

Sky Italia è pronta a sbarcare sul digitale terrestre. Ad anticiparlo è Bloomberg, citando fonti che riportano di un accordo tra il broadcaster statunitense e Telecom Italia Media Broadcasting per l’affitto di banda necessaria a trasmettere cinque canali in digitale, che dovrebbero iniziare le trasmissioni – secondo le indiscrezioni – entro giugno 2015.

Il contratto, a regime, sarebbe secondo le voci che circolano negli ambienti finanziari, superiore ai 20 milioni di euro annui. Quello che ancora non è definito con chiarezza è se

l’intesa sia strettamente funzionale all’ottenimento dei diritti in digitale per le partite della Serie A 2015-18, per i quali Sky ha presentato alla Lega Calcio un’offerta da 420 milioni di euro, superiore a quella presentata dai concorrenti per questa piattaforma.

La prossima settimana dovrebbero intanto essere resi noti gli esiti della gara, e se dovessero essere favorevoli a Sky il contratto con Timb permetterebbe a Sky di essere pronta a realizzare la propria offerta.