Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CASO

Smartphone, scoppia la guerra delle nano-sim

Apple spinge per l’adozione della propria tecnologia in qualità di standard internazionale per le sim ultrasottili di prossima generazione. Ma i competitor non ci stanno

21 Mar 2012

Paolo Anastasio

Guerra tecnologica in vista per Apple e i suoi competitor nell’arena degli smartphone. Pomo della discordia lo standard da adottare per la prossima generazione di sim ultrasottili, che saranno integrate negli smartphone del futuro. Lo scrive il Financial Times, aggiungendo che Apple sta combattendo con Motorola Mobility – in procinto di passare definitivamente sotto Google – Rim e Nokia perché le cosiddette “nano-sim” vengano riconosciute come standard dell’industria, un importante passo in avanti nel processo di miniaturizzazione degli smartphone.

Le micro-sim sono già usate nei modelli più recenti di smartphone, dal Lumia della Nokia all’iPhone 4s di Apple. Le nano-sim sono ben più piccole delle micro-sim, ma garantiscono prestazioni superiori. La proposta di Apple è appoggiata dai maggiori operatori di Tlc europei e dall’Etsi (European Telecommunications Standard Institute). Tutti i produttori dovrebbero, in caso di adozione dello standard, utilizzare la tecnologia realizzata da Apple. Un’eventualità che ha messo sul chi vive i competitor di Cupertino, per il timore che la casa di Steve Jobs continui a detenere la proprietà del brevetto.

La decisione sullo standard delle sim del futuro sarà presa la settimana prossima. Lo scontro più forte è quello fra Apple e Nokia, che propone uno standard alternativo a quello di Cupertino.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link