L'INTERVENTO

Smith, Capgemini: “Il marketing real time chiave di volta per le telco”

Non solo tecnologia, per monetizzare il ritorno degli investimenti bisognerà rivedere modelli operativi, processi e relative metriche. Il paradigma Next Best Action/Next Best Offer si pone l’obiettivo di aumentare la velocità delle azioni abilitando un customer engagement “always-on”

28 Apr 2022

Gea Smith

Telecoms, Media & Technology Director di Capgemini Italy

merger-acquisizioni

I telco provider hanno avviato negli ultimi anni iniziative impegnative di digital transformation, con differenti livelli di maturità e con diverso grado di impatto sui propri processi di business. In questo momento il criterio di scelta per i programmi di trasformazione e per le nuove sfide tecnologiche è sempre più il ritorno sull’investimento, solido e in tempi brevi. Da qui l’esigenza di investire, oltre che su nuove tecnologie verticali, sull’uso combinato di enabler ed asset già disponibili, da integrare in modo modulare ed incrementale seguendo un approccio sempre più “a piattaforma”, agile e scalabile, coerente con valori di innovazione e sostenibilità.

Tra enabler di nuova generazione e risorse “core” da orchestrare vi sono i servizi cloud offerti dagli hyperscalers, librerie di modelli & use case AI/ML specifici del mondo telco, da ingegnerizzare in una logica enterprise e, componente fondamentale, il “data hub” dei clienti, da rendere azionabile e disponibile ai processi di business, per abilitare processi decisionali veloci, contestualizzati e intelligenti.

In questa direzione Capgemini ha consolidato, in partnership con provider di tecnologie best-of-breed, e sta già sperimentando su alcuni grandi clienti, soluzioni di “Real Time Contextualized Decisioning” (Rtcd), con latenze bassissime, centralizzato, automatizzato ed aperto ad un’ampia famiglia di use case. Una delle priorità da cui partire è rispondere all’esigenza dei clienti, che si aspettano che l’operatore sia in grado di individuare le loro esigenze potenziali e di risolverle in modo proattivo. In risposta a questa esigenza di mercato, la soluzione di Contextual Marketing Automation, prima e potente declinazione del modello Rtcd e fondata sul paradigma di Next Best Action/Next Best Offer, si pone l’obiettivo di aumentare la velocità delle azioni di marketing abilitando un customer engagement 1:1, “always-on” e scatenato dai singoli eventi dell’esperienza del cliente, basato su un approccio all’interazione contestualizzato, immediato e trasversale ai vari canali.

Questo è un esempio di trasformazione intrinsecamente guidata dal business e multidisciplinare, il cui successo richiede un’orchestrazione complessa ed in tempi molti stretti di tutte le leve in gioco: tra queste non solo quindi la tecnologia, ma anche il modello operativo dell’azienda, i processi, e le relative metriche, che all’interno di quest’approccio vanno intrinsecamente rivisitati per rimodellare il modo di lavorare, alla luce del nuovo approccio al marketing che la tecnologia può abilitare.

Capgemini a Telco per l’Italia il 3 maggio

PER AGENDA E ISCRIZIONE CLICCARE QUI

Servizi e tecnologie innovative per spingere la digital transformation

Dalla cloudification alla virtualizzazione degli asset, dalla pianificazione predittiva alle piattaforme convergenti, dalle architetture interoperabili alle funzionalità “premium”. Le partnership fra gli attori della filiera si fanno sempre più forti e necessarie. Come si sta evolvendo lo scenario e come affrontare le nuove sfide, inclusa quella del Green Ict. Ne parliamo a Telco per l’Italia. Fra i relatori Gea Smith, Telecoms, Media & Technology Director di Capgemini

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
capgemini

Approfondimenti

M
marketing automation
T
Telco per l'Italia 2022

Articolo 1 di 5