Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INTERNET

Sono 8 su 10 le famiglie connesse, ma solo la metà ha la banda larga

Primo rapporto Auditel-Censis: oltre 4 milioni gli italiani totalmente “disconnessi”. Televisore smart per il 20% delle abitazioni

25 Set 2018

Sono 8 su 10 le famiglie italiane connesse, ma solo la metà possiede la banda larga. Emerge dal primo Rapporto Auditel-Censis “Convivenze, relazioni e stili di vita delle famiglie italiane”, presentato oggi al Senato.

I disconnessi, famiglie senza connessione a internet, sono il 17,8%, pari a circa 4,3 milioni di persone: sono solo il 2,1% delle famiglie con capofamiglia giovane, il 4,3% per quelle guidate da un adulto e il 41,4% di quelle degli anziani. Nelle famiglie guidate da persone con età fino a 34 anni è più alta la disponibilità della connessione al web, in particolare quella mobile: connessi tutti, sempre e ovunque è lo stile di vita delle generazioni che stanno per diventare i protagonisti centrali della società.

Considerando solo i connessi a internet, emerge che gli smartphone sono i grandi protagonisti della società connessa con oltre il 99% delle famiglie guidate da un millennial che hanno uno smartphone con cui possono connettersi, il 98% di 35-64enni e l’89,7% di anziani.

Attualmente il 49,6% delle famiglie dispone di almeno una connessione definibile a banda larga: in particolare il 41,7% una connessione ADSL il 6,9% con fibra ottica ed l’1% il satellite.

E’ ancora ampia la quota di famiglie che non beneficiano della banda larga, ed è fortemente territorializzata: dispone di almeno una connessione a banda larga il 55,6% delle famiglie al Centro, il 54,3% al Nord-Ovest, il 49,7% al Nord-Est e il 41,9% al Sud-isole. Ancor più marcato il nesso con la condizione socioeconomica delle famiglie: si passa dal 30,6% delle famiglie a basso livello socioeconomico, al 35% tra quelle con livello medio, al 64,6% di quelle con livello alto.

Tra gli elettrodomestici Tv in prima linea. Si contano oltre 43 milioni di apparecchi (il 97,1% delle famiglie ne possiede almeno uno), contro 14 milioni di pc portatili (48,1%), 7,4 milioni di tablet (26,4%), 5,6 milioni di pc fissi (22,1%). Il 19,3% delle famiglie dispone di almeno un televisore connesso al web: smart Tv, o apparecchi tradizionali connessi al web con dispositivo esterno.

I telefoni cellulari sono presenti in oltre il 95% delle famiglie, i telefoni fissi solo nel 60% circa. 28 milioni di italiani non si separano dallo smartphone neanche quando vanno a letto. 11,8 milioni indicano la fruizione sempre e ovunque quale causa di tensioni in famiglia e per 3,4 milioni può diventare la causa di possibili rotture relazionali.

Più degli uomini, sono le donne le nottambule del web, ma sono anche quelle meno tolleranti nei confronti dei partner che utilizzano lo smartphone di notte e anche a letto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
auditel
C
censis