SosTariffe: Adsl, in Italia scendono i prezzi ma la velocità è in stallo - CorCom

SOSTARIFFE

SosTariffe: Adsl, in Italia scendono i prezzi ma la velocità è in stallo

SoSTariffe fotografa la situazione delle connessioni: in un anno la velocità media non cresce e si mantiene stabile a 5 Mbps. Toscana e Liguria le regioni dove si naviga più velocemente. Il risparmio sale al 78% in un anno

11 Set 2013

E.L.

La velocità media effettiva delle linee Adsl italiane dal 2010 ad oggi è di circa 5,1 Mbps, un aumento dell’8% in tre anni; l’aumento è dovuto principalmente alla maggior diffusione delle offerte a 20 Mega. Sono le principali conclusioni dell’osservatorio di SosTariffe.it, che è andato ad analizzare i risultati di oltre 500mila test di velocità effettuati dagli utenti del sito fino ad oggi. I numeri sono da considerarsi indicativi: gli utenti potrebbero non rappresentare fedelmente la situazione italiana più generale.

La velocità ha superato i 5 Mbps nel 2012 e sembra mantenersi su questo livello in questa prima metà del 2013. “L’incremento di circa l’8% dell’anno scorso – spiega l’osservatorio – è da attribuirsi, molto probabilmente, alla maggiore disponibilità di offerte a 20 mega da parte degli operatori e del relativo aumento di sottoscrizioni, che hanno fatto registrare questa crescita della velocità media.

SosTariffe.it ha analizzato anche il gap che esiste tra la velocità reale registrata dagli utenti e quella dichiarata dalle tariffe sottoscritte. Soprattutto per quanto riguarda i consumatori che hanno sottoscritto un’offerta a 7 mega, il tipo di offerta ancora più diffusa tra gli italiani, dal 2010 ad oggi sembra non essere cambiato molto: la velocità effettiva registrata è rimasta più o meno costante intorno ai 4 Mbps. Ad aumentare è, invece, la velocità per le Adsl a 20 Mega: quella effettiva è passata dai 6,7 Mbps del 2010 ai 7,1 Mbps di quest’anno. La velocità reale dei navigatori italiani è quindi inferiore del 60% rispetto a quella massima dichiarata: una differenza che è tuttavia conseguenza della natura della tecnologia Adsl e che è in linea con altri Paesi europei.

Sebbene la crescita della velocità media stia procedendo molto lentamente, sono invece diventate molto più convenienti le promozioni commerciali degli operatori. Secondo un altro recente studio di SosTariffe.it, infatti, nel 2013 i risparmi ottenibili aderendo a nuove promozioni sono aumentati del 78% nel 2013, grazie a nuove offerte che prevedono periodi promozionali fino a 60 mesi o per sempre.

Lo studio ha anche registrato quali sono le Regioni italiane con le connessioni più veloci. I dati provvisori del 2013 rivelano che Toscana e Liguria sono le regioni dove si naviga più rapidamente, superando entrambe i 5,6 Mbps; fanalini di coda sono invece Veneto e Abruzzo, che si fermano a circa 4,1 Mbps.

Se si differenziano, invece, le rilevazioni tra utenti che hanno sottoscritto un’offerta a 7 mega da quelli con una tariffa 20 mega si nota che la regione dove la prima tipologia di Adsl è più veloce è la Valle D’Aosta, con una media di circa 4,5 Mbps, mentre per le 20 mega la regione più virtuosa è di nuovo la Toscana con una velocità di circa 8 Mbps.

Oltre ad un aumento della velocità effettiva di navigazione, stiamo assistendo ad una crescita costante delle città cablate in fibra ottica con una crescente competizione anche in questo settore – spiega Alberto Mazzetti, Ad di SosTariffe.it – La fibra ottica, con la sua ampiezza di banda, contribuirà sicuramente a migliorare la qualità del servizio offerto e la velocità effettiva di navigazione in Italia. Il mio consiglio agli utenti per navigare al meglio è di informarsi sempre sulle tecnologie presenti nel proprio comune, che sono in costante evoluzione, come anche i prezzi, che sono addirittura scesi.”

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
adsl
C
connessioni
S
SosTariffe