Sparkle, la rete dei virtual access point arriva a New York e Dallas - CorCom

INFRASTRUTTURE

Sparkle, la rete dei virtual access point arriva a New York e Dallas

Accordo con De-Cix per estendere la copertura del servizio ai due nuovi punti di interscambio. Internet service provider locali e internazionali, fornitori di contenuti e applicazioni potranno scambiare traffico con centinaia di altre reti già connesse nei due siti statunitensi

21 Apr 2021

A. S.

La copertura del servizio Virtual Nap di Sparkle si estende negli Stati Uniti e rende disponibile l’accesso agli Internet Exchange di De-Cix a New York e Dallas. Ad annunciarlo è l’operatore di servizi internazionali, primo in Italia e ottavo nel mondo, spiegando che Virtual Nap è la soluzione chiavi in ​​mano di Sparkle che offre agli operatori un accesso virtuale ai principali punti di scambio Internet, senza la necessità per il cliente di implementare e gestire infrastrutture proprietarie né sostenere costi per la colocation.

Grazie a un ampliamento dell’accordo con De-Cix, società internazionale specializzata in piattaforme di Internet Exchange, Sparkle offrirà l’accesso ai due nuovi punti in aggiunta agli Internet Exchange Points (Ixps) europei già raggiunti dal servizio Virtual Nap – spiega Sparkle in una nota – permettendo così ai clienti di scambiare traffico con le oltre 350 reti già connesse nei due siti statunitensi.

Il servizio si rivolge principalmente a Internet Service Provider (Isp), fornitori di contenuti e applicazioni nordamericani, ed è disponibile anche per operatori sudamericani grazie alle connessioni protette e ultraveloci offerte da Sparkle sulla propria dorsale americana, che include i cavi di nuova generazione Curie nel Pacifico e Seabras-1 nell’Atlantico.

“Allo stesso tempo – sottolinea la nota – gli operatori già presenti negli internet exchange di De-Cix potranno beneficiare della connettività globale offerta dalla rete Sparkle grazie al servizio di transito IP Seabone, alle soluzioni Ddos Mitigation & Cleaning, che offrono ai clienti Seabone la possibilità di proteggere la propria rete, e alle soluzioni di trasporto City2City, per capacità dedicate e sicure verso le principali città nel mondo.

I siti di De-Cix a New York e Dallas si aggiungono ai punti di scambio americani già interconnessi alla rete Sparkle, situati a Los Angeles, New York, Dallas, San Paolo, Rio De Janeiro e Santiago del Cile, ampliando la copertura del servizio Virtual Nap in America.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

D
De-Cix
S
sparkle

Approfondimenti

I
Internet exchange point
I
Isp

Articolo 1 di 4