IL PROGETTO

Sparkle rilancia sulla Grecia: via ai lavori del quarto data center

Con la posa simbolica della prima pietra, avviata la realizzazione della struttura “green” che sarà tra le più tecnologicamente avanzate in Europa. L’azienda opera nel Paese con altri tre asset: due ad Atene e uno a Creta

22 Gen 2020

F. Me.

Sparkle avvia la costruzione del data center in Grecia.  L’inizio lavori è avvnuto con la simbolica posa della prima pietra da parte del Presidente di Tim, Salvatore Rossi, del Presidente e dell’Ad di Sparkle, Alessandro Pansa e Mario Di Mauro, e alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Grecia, Luigi Marras.

Il data base denominata Metamorfosis II, il cui completamento e ingresso in servizio del primo modulo sono previsti per l’inizio del 2021, doterà il Paese di uno fra i più grandi e avanzati data center “green” europei.

Ubicato nell’area di Metamorfosi in Attica, il nuovo edificio offrirà circa 6.000 m2 di spazio di colocation e sarà equipaggiato con sistemi di illuminazione, alimentazione e raffreddamento ad alta efficienza energetica tra i più elevati in Grecia e nell’area balcanica, con una riduzione delle emissioni di anidride carbonica pari a circa 28.000 tonnellate l’anno. Il progetto esecutivo ha ottenuto la Certificazione Dd Tier III Uptime Institute mentre è in corso il processo di Certificazione Leed.

Sparkle, che opera in Grecia dal 2001, offre i propri servizi nel Paese attraverso tre Data Center proprietari – due nell’area di Atene (Metamorfosi e Koropi), dai quali si origina la rete in fibra ottica metropolitana proprietaria che corre lungo l’area business della città e interconnette direttamente clienti corporate e soggetti istituzionali, e un terzo a Creta – per uno spazio totale di 8.000 m2 e 6 MW di potenza.

WEBINAR
AI, protezione dei dati e flessibilità: anche questo è Storage
Intelligenza Artificiale
Storage

I data center di Sparkle in Grecia sono inoltre completamente integrati in Nibble, la nuova rete di trasporto Pan Mediterranea, e in Seabone, la dorsale IP/Mpls Tier-1 di Sparkle, e quindi in grado di fornire una gamma completa di soluzioni Ict, dalla colocation al cloud, ai servizi di connettività globale carrier-grade.

Dal 2019 i data center di Sparkle in Grecia ospitano il progetto Syzefxis per l’evoluzione dell’infrastruttura ICT della pubblica amministrazione del Paese. Inoltre nell’ultimo anno l’azienda ha ricevuto la certificazione ISO 14001: 2015 per le sue attività in Grecia, diventando il primo fornitore di Data Center nel Paese a essere certificato per il proprio sistema di gestione ambientale, ed è stata premiata come Cloud Service of the Year alla conferenza InfoCom World 2019.

“Stiamo sviluppando un data center green all’avanguardia per offrire una migliore esperienza ai nostri clienti e costruire una relazione duratura da veri partner, con una chiara vocazione verso la sostenibilità ambientale – spiega Mario Di Mauro, Amministratore Delegato di Sparkle – Il progetto dà un forte impulso al settore Cloud e Data Center e al mercato greco nel quale operiamo da vent’anni con una presenza crescente. Solo nell’ultimo quinquennio abbiamo investito nel Paese circa venti milioni di Euro e, con la costruzione del Data Center Metamorfosi II, intendiamo confermare e rafforzare il nostro impegno”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

M
mario di mauro

Aziende

S
sparkle

Approfondimenti

D
data center
G
grecia

Articolo 1 di 4