Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

STRATEGIE

Tajani: “Spazio settore chiave per uscire dalla crisi”

Il vicepresidente della commissione europea: “Tecnologie spaziali anticicliche: da Galileo impatti economici di oltre 90 miliardi in 20 anni”

04 Dic 2012

Giampiero Rossi

“L’Europa, per uscire dalla crisi e creare lavoro, deve investire nella leadership della nuova rivoluzione industriale in atto e lo spazio è un settore chiave con un enorme potenziale”. In occasione della conferenza “European Space Solutions”, ieri a Londra, il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani ha presentato così la “sfida” europea allo spazio, già lanciata con il programma Galileo di cui entro il 2014 saranno pronti i primi servizi.

Secondo Tajani “le tecnologie legate allo spazio possono avere un enorme impatto sulla nostra economia, competitività industriale e sulla qualità vita dei nostri cittadini. Alcuni servizi forniti da Galileo, ad esempio, potranno facilitare la mobilità dei disabili. Si stima che l’impatto economico di Galileo dei prossimi 20 anni supererà i 90 miliardi di euro.”

A margine della conferenza, Tajani ha avuto un incontro bilaterale con David Willets, ministro della Scienza, per discutere sulla politica spaziale europea. Tajani ha anche incontrato vari rappresentanti dell’industria dello spazio con cui ha approfondito le potenzialità tecnologiche ed economiche del settore.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
antonio tajani
G
galileo
S
spazio

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link