Telecom Italia, azzerati abbonamenti per alluvionati sardi - CorCom

DOPO IL DISASTRO

Telecom Italia, azzerati abbonamenti per alluvionati sardi

Per i clienti privati sospeso il pagamento delle linee che non generano traffico dal 19 novembre, per le aziende il trasferimento di chiamata sarà gratis

10 Dic 2013

L.M.

Telecom Italia prosegue nelle attività a favore della popolazione della Sardegna vittima dell’alluvione dello scorso novembre e avvia una serie di azioni a sostegno dei propri clienti di rete fissa e mobile residenti nelle aree colpite. Per i clienti privati l’azienda ha sospeso il pagamento degli abbonamenti per tutte le linee che non generano traffico dal 19 novembre 2013 fino alla ripresa del regolare utilizzo della linea telefonica.

Per le aziende, invece, è prevista la possibilità di richiedere gratuitamente il servizio di trasferimento di chiamata verso i numeri fissi e mobili (anche di altri operatori), senza variazione dei costi di chiamata rispetto al profilo tariffario del cliente. Fino al 31 marzo 2014 sono inoltre previste agevolazioni per tutti i clienti che, dichiarando l’inagibilità della propria abitazione o della sede professionale, potranno richiedere senza alcuna spesa la disattivazione e successiva riattivazione della linea telefonica, il trasloco o il recesso contrattuale della linea base e delle relative offerte. Inoltre la data di scadenza delle fatture già emesse al momento degli eventi alluvionali è stata posticipata al 15 gennaio 2014, bloccando contestualmente tutte le azioni di gestione del credito.

Va ricordato che, a partire dallo scorso 21 novembre, tutti i clienti Tim consumer con linee prepagate, residenti nei comuni alluvionati delle province di Olbia-Tempio, Oristano e Nuoro, hanno ricevuto un sms per l’accredito di 10 euro di traffico telefonico. Lo stesso bonus è stato esteso successivamente anche ai clienti delle province di Cagliari, Medio Campidano e Ogliastra: l’operazione si è conclusa lo scorso 3 dicembre riguardando complessivamente circa 90 mila linee mobili.

Argomenti trattati

Approfondimenti

S
SARDEGNA
T
telecom italia