Telecom Italia, de Puyfontaine vicepresidente - CorCom

LA NOMINA

Telecom Italia, de Puyfontaine vicepresidente

Il Cda straordinario approva la relazione sulla remunerazione su cui deciderà l’assemblea del 25 maggio. Slitta al 13 maggio il board sulla prima trimestrale e al 4 agosto quello sui conti dei primi 6 mesi dell’anno. Nessuna decisione sui dossier Metroweb e Sparkle

27 Apr 2016

Andrea Frollà

Arnaud de Puyfontaine è vicepresidente di Telecom Italia. La nomina è arrivata in un cda straordinario del Gruppo riunitosi oggi a Milano, che non ha però avuto per oggetto i dossier più caldi come Metroweb e Sparkle. Alla nuova carica nella telco dell’attuale ceo di Vivendi non corrispondono deleghe. Il consiglio di amministrazione ha inoltre approvato la Relazione sulla Remunerazione, su cui l’Assemblea di Telecom sarà chiamata a esprimersi il prossimo 25 maggio, e spostato la riunione del cda chiamato ad approvare i dati del primo trimestre al 13 maggio 2016 (anziché il 5 maggio). Slitta anche quello sui dati semestrali, che si riunirà il 4 agosto 2016 e non il 2 dello stesso mese come annunciato in precedenza.

La compagnia, si legge in un comunicato, “conferma dunque l’intenzione di assicurare, su base volontaria e nelle more dei previsti chiarimenti normativi, continuità e regolarità d’informazione al mercato, pubblicando le consuete informazioni sui risultati al 31 marzo 2016”. Telecom Italia, prosegue la nota, si è riservata di “valutare a tempo debito la politica di comunicazione finanziaria che la Società andrà ad adottare, una volta consolidato il quadro di riferimento”.

Stiamo approfondendo bene i conti – ha dichiarato il presidente Giuseppe Recchi uscendo dal cda – Era anche una riunione sulla governance per approvare la relazione sulla remunerazione che verrà sottoposta all’assemblea”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
board
C
cda
D
de puyfontaine
N
nomina
T
telecom