Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

NOMINE

Telecom Italia, Di Loreto a capo delle Risorse umane

Secondo Bloomberg l’ex manager di Barilla sostituirà Antonio Migliardi. Due i temi in agenda: l’attuazione dell’accordo con i sindacati sui 3mila esuberi e il passaggio di 20mila addetti alla newco che nascerà con lo spin off . No comment dall’azienda. I sindacati: “Auspichiamo continuità sulle politiche sindacali”

28 Ago 2013

F.Me.

Mario Di Loreto, ex responsabile delle Risorse umane di Barilla Holding, avrà la responsabilità del dipartimento risorse umane di Telecom Italia. Lo riporta Bloombreg, secondo cui il manager entrerà ufficialmente in carica dal 1° settembre. Di Loreto sostituirà Antonio Migliardi, che si è dimesso consensualmente dopo aver ricoperto l’incarico per cinque anni.

Contattata dal Corriere delle Comunicazioni Telecom Italia non commenta l’indiscrezione, ma stando a quanto risulta al Corriere delle Comunicazioni il manager assumerà l’incarico a partire dal prossimo 2 settembre. Nello stesso giorno Telecom dovrebbe rendere pubblica la nomina.

A Di Loreto toccherà “gestire” l’attuazione dell’accordo trovato con i sindacati lo scorso marzo: dei 3 mila esuberi individuati in Telecom Italia, 2 mila e 500 saranno gestiti con contratti di solidarietà mentre 500 lavoratori lasceranno la società per andare in pensione, avendo maturato i requisiti necessari. Altri 350 lavoratori di Telecom Information Technology saranno gestiti con analoghi ammortizzatori sociali. L’accordo prevede nei prossimi anni una forte internalizzazione del lavoro. In questo modo punterebbero a rendere stabile la tutela dei livelli di occupazione.

Altra situazione delicata sarà quella legata allo scorporo della rete che, contestualmente alla separazione dell’infrastruttura di accesso, prevede il passaggio di 20mila addetti alla newco. In questo contesto i sindacati auspicano che ci sia continuità nelle politiche sindacali della compagnia. “Auspichiamo – dice al Corriere delle Comunicazioni Salvo Ugliarolo della Uilcom – che il management di Telecom continui sulla strada della collaborazione proficua che ha permesso la firma dell’accordo dello scorso marzo; un accordo che chiede sacrifici ai lavoratori, ma che è stato voluto per rilanciare l’azienda nonché l’economia industriale del Paese”. Entro il mese di settembre – risulta al Corriere delle Comunicazioni – i sindacati incontreranno Di Loreto.