Telefonate in volo, il governo Usa apre alla connessione wi-fi - CorCom

TRASPORTI

Telefonate in volo, il governo Usa apre alla connessione wi-fi

La proposta del Dipartimento dei Trasporti lascia alle compagnie aeree la scelta se consentire le chiamate. Ma dovranno informare i passeggeri al momento dell’acquisto del biglietto se l’opzione è permessa

10 Dic 2016

Presto la possibilità di fare telefonate in volo potrebbe diventare realtà negli Stati Uniti: il governo ha proposto che le compagnie aeree siano autorizzate a permettere ai passeggeri di effettuare chiamate utilizzando la connessione wi-fi.

Un’opportunità controversa e che ha già sollevato parecchi dubbi. La proposta del Dipartimento dei Trasporti lascia alle compagnie aeree la scelta se consentire le chiamate, ma queste ultime saranno tenute a informare i passeggeri al momento dell’acquisto del biglietto se l’opzione e’ permessa o meno.

In realtà le telefonate su alcuni voli sono già tecnicamente possibili utilizzando il servizio wi-fi offerto da aziende come Gogo e ViaSat, ma restrizioni federali vietano tali comunicazioni vocali. Numerose compagnie aeree in Europa, parte dell’Asia e del Medio Oriente offrono invece questa possibilità. Originariamente il divieto negli Usa puntava ad evitare interferenze con le torri di controllo, mentre adesso più che da questioni di sicurezza è determinato dalla preoccupazione di tutelare i consumatori.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
compagnie aeree
G
governo