Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

GLI IMPEGNI

Telemarketing, Tim e Vodafone: più tutele per i consumatori

L’Antitrust chiude l’istruttoria per pratiche commerciali scorrette. Le due telco si impegnano a regolare le chiamate per sollecitare la sottoscrizione dei contratti o per comunicazioni promozionali.

28 Dic 2017

Telecom e Vodafone garantiranno più tutele ai consumatori regolamentando in modo più restrittivo le attività di telemarketing, come le telefonate per sollecitare la sottoscrizione di contratti, ricerche di mercato, o la comunicazione di campagne promozionali. Le due società hanno presentato all’Antitrust una serie di impegni volontari che l’Autorità ha giudicato “idonei a sanare i possibili profili di illegittimità della pratica commerciale” contestati con l’apertura di due istruttorie, il 30 marzo 2017.

I due procedimenti – spiega l’Antistrust – sono stati quindi chiusi “senza accertare l’infrazione” prevista dal Codice del Consumo. In particolare, per Telecom Italia l’Autorità ha ritenuto efficaci “la riduzione del numero massimo di contatti mensili”, da 6 a 1, e le “misure proposte in merito all’implementazione dei controlli” sull’attività dei call center.

Per Vodafone la “riduzione del numero massimo di contatti mensili via sms” e le “misure proposte in merito all’implementazione dei controlli ex post sull’attività dei call center”. L’Antitrust ha disposto l’obbligatorietà degli impegni e in caso di inottemperanza applicherà la sanzione amministrativa pecuniaria da 10mila a 5 milioni di euro.

L’istruttoria era stata avviata per un’attività di telemarketing consistente nel contattare, mediante telefono e operatore, la propria clientela ai fini di vendita diretta o comunicazione promozionale di propri prodotti o servizi ritenuta aggressiva (con telefonate effettuate sull’utenza privata fissa e/o sul cellulare dei consumatori, in qualunque momento della giornata e in maniera insistente) e lesiva del Codice dei Consumatori.
 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Antitrust
T
telemarketing
T
TIM
V
Vodafone

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2