Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

AGCOM

Terremoto a Catania, ecco le iniziative delle telco a sostegno della popolazione

Storno dei canoni per la rete fissa e possibilità di recedere senza costi dai contratti sottoscritti tra le misure messe in campo dagli operatori su sollecitazione dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

14 Gen 2019

Storno dei canoni per la rete fissa su richiesta degli utenti che presenteranno documentazione di inagibilità della propria abitazione e la possibilità di recedere senza costi dai contratti sottoscritti. Queste alcune delle misure intraprese dai principali operatori di rete fissa e mobile in seguito all’evento sismico che ha colpito la provincia di Catania la notte tra il 25 ed il 26 dicembre 2018. La “Tabella delle iniziative urgenti” adottate è disponibile sul sito dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, www.agcom.it.

“Come già accaduto in analoghe circostanze, l’Autorità si è immediatamente attivata per garantire la tutela degli utenti nelle zone coinvolte dalla calamità”, spiega una nota.

Il 28 dicembre 2018 – lo stesso giorno della dichiarazione, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dello stato di emergenza di 12 mesi nei comuni di Aci Bonaccorsi, Aci Catena, Aci Sant’Antonio, Acireale, Milo, Santa Venerina, Trecastagni, Viagrande e Zafferana Etnea – Agcom ha infatti richiesto ai principali fornitori di infrastrutture e di servizi di comunicazioni elettroniche informazioni riguardanti i danni alle reti e le azioni volontariamente intraprese a sostegno dei clienti residenti nei comuni interessati dal terremoto.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agcom

Articolo 1 di 2