Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INIZIATIVA

Tim, al via la quinta edizione della Inclusion Week

Dal 21 al 28 ottobre in 10 città italiane oltre 100 iniziative rivolte ai dipendenti per diffondere la cultura dell’inclusione e della valorizzazione delle diversità

18 Ott 2019

F. Me

Tim avvia la quinta edizione della Tim Inclusion Week, che vedrà protagonisti gli oltre 50.000 dipendenti in tutta Italia con oltre 100 eventi “live” e online realizzati in 10 città e 30 sedi con l’obiettivo di stimolare il dibattito sulla valorizzazione delle diversità insieme a rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni, del mondo accademico, culturale e dello spettacolo.

Un fitto programma di appuntamenti realizzato sulla base delle idee e delle proposte delle persone che lavorano in Tim sulla spinta del loro bagaglio di passioni, network e conoscenze e che vedrà tra gli altri, la partecipazione del critico d’arte e personaggio televisivo Costantino D’Orazio, degli scrittori Maura Chiulli e Jonathan Bazzi, il presidente del Forum delle Famiglie Gigi De Palo e molti altri rappresentanti del mondo accademico e culturale.

Quest’anno, inoltre, la settimana si inserisce in un progetto più ampio che vuole creare un calendario annuale e continuativo di eventi dedicati all’inclusione, il “Tim Inclusion Time” avviato lo scorso settembre che prevede di realizzare oltre 300 eventi nel corso del 2020.

Tante le novità che caratterizzeranno il programma della settimana. Si parte dalla prima “Tim Inclusion Marathon”, una giornata di progettazione di soluzioni per l’inclusione, con gruppi di lavoro collegati in broadcasting da 9 aule in altrettante città; il primo esperimento di “scrittura collettiva” in Tim che ha portato alla stesura dello script del video “Le cose vere: A Collective Fantasia About Inclusion; il seminario “Pregiudizio e leadership femminile”, in partnership con valore D,  riservato a oltre 200 manager collegati da 9 città; la Pink Edition del tour “Unistem”, realizzata con Fondazione Tim, che porterà in 9 città altrettante ricercatrici che si rivolgeranno a una platea di dipendenti e figli.

Un’iniziativa che conferma l’impegno di Tim nel rispetto di tutte le diversità e per il quale, per il secondo anno consecutivo, è risultata la prima l’azienda italiana e prima telco al mondo nel “Diversity & Inclusion Index di Refinitiv”.

“Siamo convinti che una società che riesca a valorizzare le differenze tra le persone e a creare un ambiente inclusivo in cui ognuno possa esprimere al meglio le proprie potenzialità, sia alla base di una migliore organizzazione e crescita aziendale – spiega Luciano Sale, Responsabile Human Resources, Organization & Real Estate di Tim – La nostra Azienda è impegnata dal 2009 in un articolato percorso di diversity & inclusion management in continuo aggiornamento ed evoluzione. ‘Inclusione = Energia’ è il tema scelto per la Tim Inclusion Week 2019. Siamo consapevoli che sentirsi inclusi e saper includere sono condizioni strettamente correlate alla performance e al talento delle nostre persone”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
fondazione tim
T
tim

Approfondimenti

I
INCLUSION WEEK

Articolo 1 di 5