LA TRIMESTRALE

Tim Brasil batte le stime: è l’ultrabroadband a trainare il business

Utile a 174,5 milioni e ricavi in aumento del 2,9%. L’Arpu mobile balza del 5,8% e il fatturato da servizi fissi registra un’impennata del 15,1%. Il titolo Tim al rialzo in Borsa

12 Feb 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

Un utile di 174,5 milioni di dollari, al di sopra delle stime di mercato. E ricavi in crescita del 2,9% trainati dalla vendita di servizi a valore, a partire dalle connessioni ultrabroadband. Il quarto trimestre di Tim Brasil si chiude ancora una volta all’insegna della crescita.

Nel 2019, i ricavi netti totali hanno raggiunto i 17.377 milioni di dollari, in crescita del 2,3% su base annua, supportati dai ricavi netti dei servizi, che hanno registrato un progresso del 2,4% su base annua – il servizio mobile è cresciuto dell’1,9% e il fisso è in aumento dell’11,3% nonostante la lenta crescita dei ricavi netti dei prodotti (+ 0,6% anno su anno).

I ricavi netti totali hanno raggiunto i 4.587 milioni nel quarto trimestre, in crescita del 2,9% rispetto al quarto trimestre del 2018. I ricavi netti dei servizi sono cresciuti del 3,2% su base annua nel 4 ° trimestre, registrando un’espansione più rapida per il terzo trimestre consecutivo. Ciò riflette principalmente l’attenzione della società sulla monetizzazione della sua base di clienti, attraverso la migrazione dei clienti verso piani di alto valore in prepagato e postpagato. I ricavi netti dei prodotti sono diminuiti 2,9% su base annua, in calo rispetto al trimestre precedente.

I ricavi di servizi mobili hanno raggiunto i 4.101 milioni nel quarto trimestre 2019, con una crescita del 2,6% rispetto al corrispondente periodo del 2018. L’espansione è principalmente dovuta all’Arpu mobile cresciuto del 5,8% su base annua e ha raggiunto 25,1 dollari, grazie principalmente dalla maggiore spesa di clienti prepagati in aggiunta ai continui sforzi dell’azienda per monetizzare la sua base di clienti postpagata tramite migrazioni verso piani di alto valore.

I ricavi da servizi fissi ammontano a 256 milioni , un aumento del 15,1% rispetto al quarto trimestre 2018. Questa performance riflette il 26,5% di crescita annuale di Tim Live e l’inversione dell’andamento dei ricavi da altri segmenti fissi (corporate e wholesale), che nel quarto trimestre 2019 sono aumentati del 4,2% anno su anno. Durante il quarto trimestre, la società ha ampliato la propria copertura Ftth in tre nuove città.

I risultati della controllata brasiliana stanno impattando sul titolo Tim, in mattinata al rialzo dell’1,3% a 0,5049 euro con volumi pari a 16,7 milioni di pezzi passati di mano a fronte di una media di 79,2 milioni in un’intera seduta dell’ultimo mese.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

T
tim
T
tim brasil

Approfondimenti

B
banda ultralarga
U
ultrabroadband