Tim e Telefonica puntano a rafforzarsi in Brasile: Oi nel mirino - CorCom

MERCATI

Tim e Telefonica puntano a rafforzarsi in Brasile: Oi nel mirino

Le due compagnie hanno presentato a Bank of America Merrill Lynch l’interesse per l’avvio di negoziazioni finalizzate all’acquisizione congiunta, totale o parziale, del gruppo. “Operazione strategica per azionisti e clienti”

11 Mar 2020

F. Me.

Oi nel mirino di Tim e Telefonica. Le due compagnie, attraverso le loro controllate in Brasile – rispettivamente Tim Brasil e Vivo – hanno espresso a Bank of America Merrill Lynch, financial advisor di Oi, l’interesse per l’avvio di negoziazioni finalizzate alla potenziale acquisizione congiunta, totale o parziale, del ramo di telecomunicazioni mobili del Gruppo. “In caso di completamento dell’operazione, ciascuna delle interessate riceverà una parte di tali attività”, spiega una nota di Tim.

La manifestazione di interesse nasce dalla prospettiva che l’operazione, se materializzata, “risulterà nella creazione di valore per la società e di benefici per i suoi clienti e azionisti, accelerando la crescita e aumentando l’efficienza operativa e la qualità del servizio”, evidenzia Tim.

WHITEPAPER
4G e 5G: reti efficaci per una connessione affidabile e sicura
Networking
Telco

Inoltre, l’eventuale conclusione della transazione apporterebbe effetti positivi al mercato delle telecomunicazioni in generale, rafforzandone competitività e capacità di investimento.

In occasione della conference call, l’Ad di Tim Luigi Gubitosi ha chiarito di aver presentato “un’offerta non vincolante”, mentre “l’offerta vincolante si potrebbe concretizzare a dicembre”, anche se questa tempistica “non è certa” alla luce delle tante variabili in campo, di natura normativa, regolamentare, e della necessità stessa che Oi ritenga congrua l’offerta, ha sottolineato Gubitosi. Al momento, dunque, “l’unico accordo è con Telefonica”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

O
oi
T
Telefonica
T
tim

Approfondimenti

B
Brasile