Tim e Tiscali accelerano su FiberCop: firmati i contratti esecutivi - CorCom

IL PROGETTO

Tim e Tiscali accelerano su FiberCop: firmati i contratti esecutivi

Siglati anche una serie di accordi operativi e commerciali che regolano le fasi del piano: il primo step riguarderà la razionalizzazione della rete della compagnia guidata da Soru

23 Nov 2020

Tim e Tiscali accelerano su FiberCop. Le società hanno sottoscritto i contratti esecutivi dell’intesa raggiunta lo scorso 27 agosto, relativa all’accordo di coinvestimento per la realizzazione di una partnership strategica avente ad oggetto lo sviluppo del mercato ultra-broadband in Italia attraverso la partecipazione commerciale di Tiscali al progetto FiberCop.

L’efficacia dei contratti rimane soggetta ad alcune condizioni sospensive di natura regolamentare.

Sono stati inoltre sottoscritti una serie di accordi operativi e commerciali immediatamente efficaci che regolano le fasi del progetto, la prima delle quali riguarderà la razionalizzazione della rete di Tiscali. In linea con il piano di sviluppo di FiberCop, Tiscali potrà attivare nuovi clienti sulla rete di nuova costituzione.

Secondo quanto risulta a CorCom altri operatori sigleranno accordi similari con FiberCop, in particolare a livello locale. I progetti saranno finalizzati a partnership win-win soprattutto sul fronte commerciale e della migrazione delle linee sulla rete FiberCop.

L’accordo Tim-Tiscali

Lo scorso 24 agosto l’azienda guidata da Renato Soru ha siglato un memorandum di intesa con Tim per partecipare al veicolo di nuova costituzione aggiungendosi dunque a Fastweb a cui andrà il 4,5% di partecipazione attraverso le attività in essere in FlashFiber (Tim deterrà il 58% al fondo andrà il 37,5%).

WHITEPAPER
La Logistica 4.0 è paperless: resta competitivo con le piattaforme digitali
Dematerializzazione
Legal

Il progetto consiste, in un primo momento, nel razionalizzare la rete di Tiscali creando le condizioni per agevolare la migrazione dei propri clienti sulla rete ultrabroadband di FiberCop. Gli interventi consentiranno inoltre a Tiscali di ridurre in modo consistente i costi di infrastruttura di rete, evitando duplicazioni.

Nel medio-lungo termine e in linea con il piano di sviluppo di FiberCop, l’accordo  consentirà a Tiscali di attivare sulla rete di nuova costituzione una quota significativa dei propri accessi. Tim e Tiscali, inoltre, verificheranno successivamente, la possibilità di un eventuale ingresso di Tiscali nell’azionariato di FiberCop attraverso il conferimento di apposito ramo d’azienda, secondo modalità da concordarsi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

F
Fastweb
F
fibercop
T
tim
T
tiscali