Tim perfeziona la cessione a Canson dell’1,8% di Inwit per 161 milioni - CorCom

BANDA ULTRALARGA

Tim perfeziona la cessione a Canson dell’1,8% di Inwit per 161 milioni

La telco guidata da Gubitosi non ha più partecipazioni dirette nella società delle torri capitanata da Ferigo ma continuerà ad esercitarne il co-controllo con Vodafone attraverso la holding Daphne 3

07 Dic 2020

Mila Fiordalisi

Direttore

Tim ha annunciato venerdì 4 dicembre di aver perfezionato la cessione dell’1,8% circa del capitale di Inwit, per un controvalore di circa 161 milioni di euro, a fronte dell’esercizio di opzione di acquisto da parte del veicolo costituito da Canson Capital Partners (Guernsey) Limited, come da precedenti comunicazioni in data 24 giugno e 2 ottobre 2020.

Tim cede così integralmente la propria residua partecipazione diretta in Inwit, continuando ad esercitare il co-controllo di Inwit, insieme a Vodafone, attraverso Daphne 3, holding di cui possiede il 51% e che detiene il 30,2% di Inwit”, si legge in una nota.

A inizio novembre il cda di Inwit ha approvato il resoconto intermedio di gestione sui primi nove mesi del 2020 e l’aggiornamento del piano industriale 2021-2023.

L’aggiornamento del piano industriale al 2023 – si legge in una nota dell’azienda – prevede “un ambizioso programma di investimenti cumulati” per circa 600 milioni di euro, che saranno indirizzati a creare nuovi siti, a sviluppare le micro-coperture indoor e outdoor con sistemi Das (Distributed Antenna System) e small cells, alla realizzazione di backhauling in fibra ottica e all’incremento dei terreni di proprietà. Nel periodo di riferimento Inwit prevede “tutti i parametri finanziari nell’arco temporale 2021-2023 in forte crescita”, con ricavi in crescita annua media dell’8%, ebitda previsto in incremento dell’8% medio annuo nello stesso periodo. Per il recurring free cash flow è prevista una crescita del 23% medio per anno e il debito nell’arco del piano è atteso stabile con la riduzione della leva finanziaria ad un rapporto 4,6x al 2023. Le previsioni parlano anche di un dividendo, dal 2021, di 0,30 euro per azione con un incremento negli anni successivi del piano triennale del 7,5% annuo, sostanzialmente in linea con la crescita del business.

Nella stessa seduta il cda della tower company ha anche approvato un nuovo Piano di Sostenibilità 2021-2023, che vede tra i propri obiettivi più sfidanti il raggiungimento della “carbon neutrality” al 2025, attraverso la definizione di una Climate Strategy, lo sviluppo di fonti rinnovabili, l’implementazione di iniziative di efficienza energetica e l’utilizzo di energia verde.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

I
inwit

Approfondimenti

5
5g
B
band aultralarga
D
Das