Tim rivoluziona la top line e punta su quadruple play e smart tv - CorCom

Tim rivoluziona la top line e punta su quadruple play e smart tv

Via alle nuove offerte per famiglie e imprese in nome della convergenza e dei servizi innovativi. L’Ad Cattaneo: “Riportare il cliente al centro per migliorare efficienza e generare ricavi”

01 Set 2016

Andrea Frollà

Convergenza, offerte innovative e impulso alle soluzioni quadruple play. Ma anche centralità del cliente e miglioramento della qualità del servizio. Sono questi gli obiettivi dietro al lancio dei nuovi prodotti e servizi presentati da Telecom al Tim Space di Milano. L’obiettivo è accelerare sulla top line e generare nuovi ricavi, sfruttando l’infrastruttura di Rete su cui verranno investiti oltre 4,5 miliardi tra fibra ottica e 4G nel triennio 2016-2018. Infatti, al piano di investimenti per la realizzazione delle infrastrutture ultrabroadband si affiancano ora nuove offerte innovative, servizi all’avanguardia, contenuti premium fruibili ovunque e azioni finalizzate a rispondere alle esigenze della clientela. Tra quest’ultime, strategie di miglioramento della qualità, dei processi di caring, di fatturazione, interventi di attivazione delle nuove linee telefoniche che potranno essere effettuati, su richiesta del cliente, anche il sabato e la domenica.

“Grazie alle nuove offerte, ai nuovi prodotti e ai nuovi servizi Tim punta a rafforzare la sua leadership: stiamo lavorando sull’efficienza, per migliorare i processi e assicurarci quella flessibilità che ci consente di accelerare sulla top line, sulla generazione dei ricavi – spiega Flavio Cattaneo, amministratore delegato di Tim -. Abbiamo un portafoglio di offerte e prodotti che via via si rafforzerà, partnership esclusive, contenuti di qualità, ma soprattutto vogliamo riportare il cliente al centro di ogni nostra azione, migliorando ulteriormente la qualità e i servizi”.

Tim punta a dare un forte impulso alla diffusione delle soluzioni quadruple play tramite Tim Smart, l’offerta convergente rivolta alle famiglie italiane che propone in una unica soluzione, Internet, servizi di telefonia fissa, mobile e contenuti premium. Per i nuovi clienti l’offerta è proposta a 29,90 Euro al mese per il primo anno e il primo mese gratuito. A tutti i clienti che scelgono Tim Smart Casa o Tim Smart Mobile e sono raggiunti dal servizio in fibra ottica, l’operatore ne riserva la prova gratuita per tre mesi.

Per i clienti che hanno già l’Adsl 7 Mega, Tim prevede l’upgrade alla massima velocità consentita da questa tecnologia, gratuitamente fino a giugno 2017. Con l’iniziativa Happy Hour, Tim inoltre dà la possibilità ai clienti consumer ricaricabili di navigare in 4G gratuitamente dal proprio smartphone tre ore al giorno dalle 19 alle 22, per un mese.

Un ulteriore elemento distintivo è rappresentato dalla nuova offerta Tim Smart Tv”. Grazie ad una partnership con Samsung, sarà possibile acquistare dalle prossime settimane una Smart Tv Samsung Full HD di gamma 2016, in esclusiva per Tim, con cinema e serie televisive di Premium Online inclusi per sei mesi.

C’è poi la nuova offerta Tim Games, lanciata per essere protagonista nel mondo del gaming con un’offerta di oltre 100 giochi online fruibili in streaming sulla televisione. In particolare, la telco è al lavoro per far evolvere il nuovo decoder Tim Vision, basato sul sistema operativo Android, per accogliere tutti i contenuti destinati alla famiglia, non solo video ma anche gaming, direttamente sul televisore di casa. Da ottobre, il Gruppo offrirà ai suoi clienti le tre partite del Canale Lega Calcio Serie A Tim Tv per ogni turno di Campionato in live streaming sui decoder Tim Vision. In aggiunta a quanto già disponibile e senza consumare traffico in mobilità tramite l’app Serie A TIM.

WEBINAR
360On TV al centro della notizia. Nuovo Governo, la sfida: ricostruire l’economia italiana

Per quanto riguarda il mondo delle imprese, Tim accelera sullo sviluppo di soluzione innovative e di cloud computing tramite l’avviamento del nuovo data center di ultima generazione, situato ad Acilia, con certificazione Tier IV che consente di ampliare la propria rete di infrastrutture ICT. Con un investimento del valore di oltre 30 milioni di euro, il nuovo data center si estende su una superficie di 4mila metri quadrati e va ad aggiungersi alla rete dei sette data center Tim già presenti sul territorio nazionale.

Sempre in materia di servizi alle imprese, un’importante iniziativa si rivolge agli sviluppatori di software che realizzano applicativi per le imprese. Con il lancio di Tim Open, la nuova piattaforma business di Tim, avranno l’opportunità di accedere facilmente ai servizi cloud e alle Application Programming Interface (API) e pubblicare le proprie applicazioni sul marketplace Nuvola Store. Così, gli applicativi saranno disponibili attraverso i canali distribuitivi di Tim a tutte le imprese italiane, che avranno gratuitamente accesso alle applicazioni mobile Tim.

Infine, la prima offerta ricaricabile business europea firmata dall’operatore italiano, utilizzabile non solo in Italia ma in tutti i 28 Stati membri dell’Unione Europea. Roaming azzerato in anticipo di nove mesi rispetto alle indicazioni della Ue e, da ottobre, un ventaglio di offerte all’interno del bouquet “Europa Vera”, che includeranno minuti e GB fruibili indifferentemente in Italia e all’estero.

“Siamo a due terzi del trimestre e ci sentiamo di dire che anche il terzo quarter sarà di ampia soddisfazione per i nostri azionisti. Continua il miglioramento della profittabilità del nostro gruppo, e anche la qualità della nostra offerta”, aggiunge Cattaneo a margine dell’evento, avanzando previsioni positive per i conti del Gruppo anche per il periodo luglio-settembre, dopo l’ultima trimestrale record chiusa a giugno con l’Ebitda a +25,4% e utili a 1 miliardo.

L’Ad commenta poi l’imminente sbarco di Iliad sul mercato italiano, dopo il via libera alla fusione Wind-3 arrivato oggi da Bruxelles: “Noi siamo pronti su tutti i fronti. Sappiamo che c’è un nuovo entrante. Ha un modello low cost, diverso, o quasi, dal nostro. Ma noi siamo pronti su tutti i fronti: sappiamo le offerte che fanno in Francia e conosciamo bene il mercato italiano“. Mentre sul merger aggiunge: “Con questa fusione mi aspetto un mercato migliore rispetto a quello precedente”. A chi gli chiede se Telecom aumenterà le tariffe mobile dopo l’approvazione della fusione da parte della Commissione europea risponde: “Sul mercato italiano restiamo in tre per ora, è leggermente meglio, poi si vedrà”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cattaneo
I
iliad
T
telecom
T
TIM
W
wind 3