Tim verso il rinnovo del cda: supporto da Vivendi, Cdp non scioglie la riserva - CorCom

LA LISTA

Tim verso il rinnovo del cda: supporto da Vivendi, Cdp non scioglie la riserva

Approvati i criteri per la selezione dei candidati. Gli azionisti di maggioranza e i rappresentanti del mercato positivi sull’iniziativa. Cassa depositi e prestiti dovrà attendere la decisione del proprio cda. Prossimo appuntamento consiliare il 18 febbraio

04 Feb 2021

Mila Fiordalisi

Direttore

Supporto da Vivendi e dai rappresentanti di mercato mentre per il “verdetto” di Cassa depositi e Prestiti  bisognerà attendere la decisione del consiglio di amministrazione: questa la situazione emersa in occasione del cda di Tim dedicato a fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori in vista del rinnovo del cda il prossimo 31 marzo da parte dell’Assemblea.

Il presidente Salvatore Rossi ha riferito in merito al riscontro al sondaggio preliminare dell’azionariato e dei rappresentanti del mercato, che ha rilevato da parte dell’azionista di maggioranza francese e dei rappresentanti del mercato “supporto all’iniziativa”, mentre Cassa Depositi e Prestiti “si è riservata in relazione all’esigenza di sottoporre al proprio Consiglio di Amministrazione ogni decisione in merito”.

Il Presidente ha altresì illustrato l’esito delle prime analisi svolte con l’advisor Egon Zehnder, esponendo poi la proposta in merito ai criteri di selezione da applicare nell’elaborazione della lista. Acquisito il parere favorevole del Comitato per le nomine e la remunerazione, il Cda ha approvato all’unanimità il documento recante la proposta, che è stato trasferito a Egon Zehnder per l’avvio delle ricerche.

Il prossimo cda è stato fissato al 18 febbraio, prima di quello già calendarizzato il 23 dedicato all’approvazione del bilancio dell’esercizio 2020 e del piano strategico 2021/2023.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

T
tim

Approfondimenti

R
rinnovo cda tim

Articolo 1 di 3