LA SEMESTRALE

Tiscali, la banda ultralarga spinge i ricavi. Soru: “Saremo una smart telco”

Il gruppo guidato da Renato Soru ha registrato revenue per 72,5 milioni, 2,4 in più rispetto al dato dello stesso periodo del 2019. Il giro d’affari legato all’Ftth si espande del 10%, con un +21% fatto segnare dai clienti in fibra

30 Set 2020

Domenico Aliperto

Una semestrale luci e ombre per Tiscali. Nella prima metà del 2020 il gruppo guidato da Renato Soru ha infatti  espando le attività sul fronte dell’Ultrabroadband, e ha registrato ricavi per 72,5 milioni, in crescita rispetto al primo semestre 2019 di 2,4 milioni, a fronte di una perdita di 16,4 milioni rispetto ai 3,7 del primo semestre 2019, influenzato da partite non ricorrenti positive per 22,7 milioni. Il margine operativo lordo è di 7,3 milioni, rispetto al dato del primo semestre 2019 di 14,9 milioni, anch’esso influenzato da partite non ricorrenti positive per 12,9 milioni. In riduzione l’indebitamento finanziario netto per circa 14 milioni rispetto ai dati al 31 dicembre 2019, con un portafoglio clienti complessivo a 677 mila unità, in crescita di circa 9 mila unità rispetto a fine 2019.

Lo sviluppo del piano industriale

Come descritto nella Relazione Finanziaria Consolidata al 31 dicembre 2019, nel corso dell’anno passato la Società – si legge in una nota – ha completato il rafforzamento finanziario grazie agli accordi di ristrutturazione del Senior Loan (marzo 2019) e all’emissione e successiva conversione del prestito obbligazionario convertibile 2019-2020. Gli accordi con i principali operatori di rete permettono a Tiscali di essere l’operatore di telecomunicazioni italiano con la maggior copertura Ultrabroadband a disposizione. Nel primo semestre 2020 i clienti in Fibra hanno avuto una crescita del 21%, passando da 164 mila unità al 31 dicembre 2019 a 198 mila unità al 30 giugno 2020. 4 Con riferimento alla tecnologia Ftth, il mercato è cresciuto di circa il 10% nel primo trimestre 2020 rispetto a dicembre 2019; Tiscali ha avuto nello stesso periodo una crescita doppia rispetto al mercato, pari a circa il 20%. La quota di mercato di Tiscali al 31 marzo 2020 in questo segmento è pari al 5,1%, con una crescita di 0,5 punti percentuali rispetto a dicembre 2019 (fonte AgCom, report al 31 marzo 2020).

Dal punto di vista della copertura di rete si evidenzia che nel primo semestre 2020 Tiscali ha ampliato la copertura Ultrabroadband in Sardegna, raggiungendo ulteriori 170 Comuni oltre alla progressiva estensione della copertura tramite Open Fiber nelle zone di mercato cosiddette “C e D”. Il portale Tiscali.it ha registrato una crescita significativa nel primo semestre 2020 del traffico medio mensile con oltre 210 milioni di pageviews e circa 16 milioni di unique browsers, proseguendo la strategia di valorizzazione del portale attraverso nuovi servizi di e-commerce.

“Tiscali in questo semestre nonostante la situazione generale di criticità e incertezza determinata dalla emergenza sanitaria legata al Covid”, commenta Renato Soru, amministratore delegato del gruppo, “ha continuato il suo percorso di crescita nel segmento dei servizi Ultrabroadband con un forte orientamento alla qualità del servizio, oltre che al recupero di produttività grazie alla riduzione dei costi operativi. Si evidenzia infatti una forte crescita della redditività operativa al netto delle partite non ricorrenti e un’ulteriore riduzione organica dell’indebitamento complessivo, grazie anche all’efficientamento degli investimenti. Infine, come comunicato in precedenza, gli accordi commerciali recentemente stipulati permetteranno a Tiscali di proiettarsi nei prossimi anni come una Smart Telco e Digital Service Operator concentrata esclusivamente sui servizi in Fibra e sulle applicazioni Digitali su tecnologia ottica e 5G“, conclude Soru.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

T
tiscali

Approfondimenti

5
5g
B
bilanci
F
ftth
S
semestrale
T
telco

Articolo 1 di 5