LO SCENARIO

Tlc, nel 2024 crescita importante dei ricavi B2B grazie ai servizi IT

Secondo Analysys Mason dopo diversi anni di investimenti in nuove competenze, tecnologie e partnership, gli operatori iniziano a raccogliere frutti significativi con tassi di crescita della componente business già nell’ordine del 30%. Le revenue del segmento saranno superiori a quelle consumer. A fare da traino cybersecurity, cloud e IoT

Pubblicato il 04 Gen 2024

Smart,City,And,Dot,Point,Connect,Modern,Telecom,System,,boundless

Il 2024 sarà caratterizzato per gli operatori delle telecomunicazioni da una crescita sostenuta dei ricavi nel business to business, come conseguenza degli investimenti effettuati nel corso del tempo sui servizi IT. A evidenziarlo sono le previsioni di Analysys Mason, secondo cui è arrivato il momento di un’inversione di tendenza dopo la diminuzione – in termini reali – del fatturato delle telco in ambito B2B che aveva caratterizzato gli ultimi anni.

Gli investimenti in competenze e partnership

A consentire questa nuova prospettiva di crescita, secondo la ricerca di Analysys Mason, sono i “diversi anni di investimenti in nuove competenze informatiche e partnership” che hanno caratterizzato le strategie degli operatori, insieme ai loro sforzi per espandere le offerte.

WHITEPAPER
Cloud e Data Management: sfrutta la potenza dei dati per ottimizzare i processi aziendali
Cloud storage
Cloud application

“Il calo dei ricavi, determinato dalla migrazione dai servizi di connettività tradizionali – spiega il report – è ormai ampiamente assorbito dal sistema. Questo lascia la strada libera a servizi come la sicurezza, il cloud e l’IoT, che continuano a crescere a due cifre, per fare la differenza nei bilanci degli operatori”.

Il peso determinante dei servizi IT

I servizi IT, secondo le rilevazioni citate da Analysys Mason, sono già passati dal 20% dei ricavi B2B di un operatore medio nel 2017 a oltre il 30% nel 2022/23 e si prevede un ulteriore aumento nel 2024. Proprio questi servizi IT “spingeranno i tassi di crescita dei ricavi B2B complessivi a un livello superiore a quello raggiunto dai ricavi consumer, che sono ancora trainati principalmente dai servizi voce, connettività e TV”, evidenzia la ricerca.

Verso il futuro: 5G aziendale e AI

Se nel panorama attuale a guidare la crescita dei ricavi per le telco sono i servizi IT che possono essere considerati ormai “consolidati”, come la sicurezza il cloud e l’Internet of Things, guardando al futuro ad alimentare in modo progressivamente più sostenuto i fatturati saranno secondo Analysys Mason le reti private, il 5G aziendale, l’intelligenza artificiale e i servizi edge: “Nessuno di questi è una panacea da solo – spiega la ricerca –  ma in aggregato possono consentire agli operatori di posizionarsi come fornitori di soluzioni più olistiche e di creare una gamma più ampia di prodotti e fonti di reddito”.

Piani a breve e a lungo termine

Dallo scenario emerge che molti operatori sono già ben posizionati per sfruttare lo slancio dei servizi IT: per loro, secondo Analysy Mason, la sfida da cogliere sarà adesso quella di “trovare il giusto equilibrio tra la crescita a breve termine, estendendo i servizi IT consolidati a un maggior numero di clienti, con particolare riguardo alle Pmi”, e i piani a più lungo termine per i nuovi servizi aziendali, che in prospettiva “possono sostenere una crescita continua”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 4