Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Traffico dati su smartphone, il boom è trainato da iPhone

Il traffico dati generato da ciascun utente crescerà del 700% nei prossimi cinque anni. I cellulari con Os Android e Windows Phone  colmeranno entro il 2015 il gap con Apple

03 Nov 2010

Il boom del traffico dati su smartphone spinge gli analisti di
Informa Telecoms & Media a creare un nuovo parametro: il traffico
medio generato da un singolo utente o Atpu; sarà questo a misurare
il potenziale dei nuovi servizi e fonti di revenue su cellulare, ma
anche a definire il successo dei diversi sistemi operativi. Si
tratta di un parametro destinato a una crescita esplosiva: la
società di ricerche prevede che il traffico che ciascun utente di
smartphone genera – l’Atpu, appunto – aumenterà del 700% nei
prossimi cinque anni. Oggi l’Atpu per smartphone si aggira
attualmente sugli 85 MB al mese. L’iPhone è il device che genera
più traffico, seguito dai device Android.

"Nel Nord America l’86% del traffico dati mobile è generato
dagli utenti di smartphone", spiega Malik Kamal-Saadi,
principal analyst di Informa Telecoms & Media. In quest'area
l’Atpu degli smartphone raggiungerà 776 MB/mese nel 2015. Anche
in Europa occidentale è previsto un rapido sviluppo: lo smartphone
Atpu della regione aumenterà di quasi 17 volte, da 44 MB/mese nel
2009 a più di 736 MB/mese nel 2015. La crescita sarà trainata da
diversi fattori: la migrazione degli abbonati verso reti mobili
ultra-veloci, la proliferazione dei piani dati con tariffe flat, la
disponibilità di un’ampia gamma di smartphone rivolti a diverse
fasce di consumatori.

La più alta Atpu per smartphone si registrerà però sempre in
Corea del Sud e in Giappone, con valori, rispettivamente, di 271
MB/mese e 199 MB/mese nel 2010, una media 2-3 volte più alta del
resto del mondo.

Ci sarà anche differenza nell’Atpu associato alle diverse
piattaforme Os. L’iPhone continuerà a guidare l’Atpu degli
smartphone perché ha una user experience superiore, secondo gli
analisti, e si rivolge a utenti di fascia alta, quindi anche con
Arpu di una certa rilevanza. Nel 2010 l’Atpu dell’iPhone avrà
un valore medio di 196 MB/mese. Tuttavia altre piattaforme, e in
particolare Android e Microsoft Windows Phone, colmeranno pian
piano il gap in termini di esperienza utente e quindi di traffico
generato per utente: l’Atpu di Android è attualmente di 148
MB/mese ma probabilmente supererà i 757 MB/mese entro il 2015.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link