SPETTRO

Uk, Ofcom punta sugli “spazi bianchi” per lanciare i servizi mobili

Pronti i trial insieme ad aziende come Microsoft, Google e BT per sfruttare le porzioni di frequenze libere del broadcasting. Nel 2017 il 4G coprirà il 98% della popolazione britannica. Ma l’authority già pianifica il 5G

03 Ott 2013

Patrizia Licata

frequenze-spettro-120904115927

Lo spettro radio è una risorsa “vitale” per l’economia e l’ente regolatore delle telecomunicazioni britannico Ofcom ha intenzione di sfruttarla al massimo ricorrendo all’utilizzo degli “spazi bianchi”: lo ha annunciato il Ceo Ed Richards delineando tutti i futuri utilizzi – dai trasporti all’energia alla sanità – della tecnologia mobile e annunciando una serie di trial cui parteciperanno colossi della tecnologia come Microsoft e Google.

Dopo aver sottolineato che lo spettro è una risorsa sempre più scarsa per la vertiginosa crescita della domanda di dati che arriva da smartphone e tablet, ma anche che è capace di contribuire per 52 miliardi di sterline all’economia annuale del Paese, Richards ha illustrato i prossimi progetti dell’ente regolatore per sfruttare al massimo le frequenza disponibili. Nei prossimi sei mesi, insieme ad alcune aziende hi-tech e al colosso delle telecomuniczaioni BT, verranno avviati dei test su campo sugli “spazi bianchi”, con cui si sfruttano gli spazi attualmente non utilizzati nelle frequenze del broadcasting.

In uno dei trial, BT collaborerà con l’azienda tecnologica Neul e il ministero dei Trasporti per dotare le automobili di trasmettitori capaci di raccogliere dati sul traffico sull’arteria A14 che si snoda tra Felixstowe e Cambridge, al fine di prevenire le situazioni di congestionamento. In un altro trial, Microsoft userà frequenze non sfruttate dalle trasmissioni televisive per fornire accesso Wi-Fi a Glasgow, la città col più basso tasso di adozione della banda larga nel Regno Unito.

Ofcom ha anche presentato i progetti per potenziare l’utilizzo della tecnologia M2M (Machine to Machine) che, ha detto Richards, potrebbe usare piccole porzioni di spettro radio permettendo ai sensori delle automobili di comunicare con device simili in altri veicoli e automatizzare il flusso del traffico sulle autostrade. Ofcom sostiene che tali “sistemi di trasporto intelligenti” potrebbero far risparmiare all’economia britannica un miliardo di sterline l’anno.

L’ente regolatore prevede anche che i servizi sanitari nazionali, pubblici e privati, potrebbero seguire i loro pazienti da remoto dotandoli di “monitor indossabili” che misurano il battito cardiaco, la pressione del sangue e altri parametri vitali, o di “confezioni di medicinali intelligenti”, in grado di capire se il paziente si è ricordato di prendere la pillola prescritta o di inviare automaticamente la richiesta per una nuova ricetta.

“Lo spettro è il mattone su cui si costruirà la prossima rivoluzione delle comunicazioni mobili”, ha detto Steve Unger, chief technology officer di Ofcom. “In futuro non saranno solo cellulari e tablet a connettersi a Internet; miliardi di altri oggetti, tra cui automobili, macchine per il caffè, contatori elettrici e monitor cardiaci, saranno connessi, utilizzando piccolissime porzioni dello spettro per andare online.”

Parlando della scarsa disponibilità di spettro, il Ceo di Ofcom Richards ha sottolineato la necessità di “usare in modo efficiente una risorsa scarsa” e ha rivelato che il 25% dello spettro in Uk è attualmente usato solo dal settore governativo; anche per questo il ministero della Difesa ha acconsentito a liberare oltre 100MHz da cedere ai fornitori di banda larga mobile.

Richards ha infine annunciato che Ofcom sta già pianificando il lancio di una rete mobile di nuovissima generazione o 5G e ha definito “sbagliata” la scelta fatta dal regolatore nel 2004 quando venne lanciato il 3G solo nell’80% del Paese, di fatto creando il problema del restante 20%, che non ha mai ricevuto il servizio. Col 4G Ofcom non vuole ripetere lo stesso errore: Richards ha garantito che per il 2017 sarà coperto il 98% della popolazione.

Articolo 1 di 4