Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

REGIONI

Ultrabroadband, la Calabria approva la sua “autostrada digitale”

Firmato il decreto sulla banda ultralarga, che scongiura il rischio di disimpegno dei fondi Por. Antonella Stasi: “Ci mettiamo alla pari con il resto del Paese”

21 Nov 2014

A.S.

La Calabria approva l’accordo di programma su banda ultralarga e sviluppo digitale. A firmare il decreto è stata Antonella Stasi (nella foto), la presidente facente funzione, che ha così ufficializzato la dichiarazione di pubblica utilità e di urgenza delle opere. Il provvedimento entrerà in vigore nelle prossime ore, con la pubblicazione sul Burc, e varrà come autorizzazione per avviare i lavori, “fatta salva – si legge in una nota della giunta Regionale della Calabria – l’acquisizione di alcuni specifici pareri e nulla osta in alcune aree ad alta valenza paesaggistica, archeologica e ambientale, secondo le risultanze della conferenza dei servizi”.

La firma del decreto, affermano dalla Regione, “ha scongiurato il rischio di disimpegno delle risorse Por connesse al progetto”.

“L’avvio dei lavori da parte di Telecom – afferma Stasi – è certamente una buona notizia che porterà concretamente al superamento del digital divide e potrà consentire alla Calabria di essere alla pari rispetto al resto del paese. Un’ulteriore attestazione dell’impegno sino alla fine di questo governo regionale”.

La rete di nuova generazione in fibra ottica avrà l’obiettivo di fornire connettività con banda ultralarga e favorirà il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea. “Un progetto ambizioso – recita il comunicato – che ha dimostrato come grazie alla partnership pubblico-privato e alla disponibilità degli Enti locali coinvolti, 223 comuni calabresi, cinque amministrazioni provinciali, la Regione Calabria, i parchi nazionali dell’Aspromonte, della Sila, del Pollino e il parco delle Serre, le soprintendenze ai diversi livelli di competenza, l’Anas e Telecom, sia possibile creare condizioni favorevoli anche nei Comuni sino ad ora esclusi dai piani di infrastrutturazione di tutti gli operatori”.

“Questa sinergia – afferma Alfonso Dattolo, assessore regionale all’Urbanistica – ha reso possibile il grande progetto di un’autostrada digitale che attraversa l’intera Calabria. Si chiude una esperienza amministrativa con la soddisfazione di vedere la Calabria che ha cambiato rotta”.

Articolo 1 di 5