Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Una firma tutta italiana per le reti irachene

20 Apr 2009

Le Tlc irachene saranno targate Italia. Sarà infatti,la catanese
Temix a realizzare la rete di telecomunicazioni in Iraq.
L'azienda firmerà domani a Catania un accordo con la Iraqi
Republic Railwaysl, il gruppo di società irachene che ha
ottenuto dal governo di Baghdad la concessione per la ricostruzione
delle reti infrastrutturali di telecomunicazione. Nello specifico,
il progetto prevede la creazione di un network che, attraversando
tutto il paese, servirà le città di Baghdad, Wasset e Missan
e coprirà circa 10 milioni di abitanti. Solo per la prima fase
del progetto sono previsti investimenti per 13 milioni di euro. La
Temix, fondata nel 2003 con 30 dipendenti e un fatturato di 6
milioni di euro, è l'unica azienda italiana impegnata nella
ricostruzione delle Tlc in Iraq.