Usa, At&t esce da America Movil

La vendita della partecipazione nel gruppo latino-americano dovrebbe aiutare At&t a ottenere il disco verde del regolatore e dell’antitrust per l’acquisizione di DirectTV

01 Lug 2014

Patrizia Licata

america-movil-140212150927

At&t ha raggiunto l’accordo per la vendita di tutta la quota (pari all’8,27%) detenuta in America Movil per 5,57 miliardi di dollari. Nei documenti presentati al regolatore di Borsa americano Sec, la telco indica che passerà la sua partecipazione a Immobiliaria Carso e a Control Empresarial de Capitales, società entrambe controllate dal proprietario di America Movil, Carlos Slim.

At&t riceverà 4,57 miliardi di dollari alla chiusura della vendita delle azioni e un ulteriore miliardo di dollari entro i successivi 60 giorni.

L’azienda telefonica nord-americana ha venduto questa sua partecipazione con lo scopo di aumentare le sue chance di ottenere il via libera alla sua acquisizione di DirecTV, annunciata lo scorso mese per 48,5 miliardi di dollari.

Infatti, anche se At&t sta comprando l’operatore del satellite per potenziare la sua attività sul mercato interno della televisione, DirecTV ha circa 18 milioni di clienti di pay Tv in America Latina e con l’uscita da America Movil At&t spera di evitare problemi di natura regolatoria o antitrust in Sud America.

Nel frattempo, con questa operazione, si rafforza il controllo di Slim su America Movil, la principale fonte di guadagno per il magnate messicano. Slim e la sua famiglia già controllano più del 50% delle azioni con diritto di voto del gruppo telecom latino-americano.

La stessa America Movil ha intanto ottenuto l’approvazione del regolatore per il suo accordo di partnership con OIAG in Austria grazie al quale acquisirà il controllo operativo di Telekom Austria.

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!