Valtellina, bond da 10 milioni per spingere fibra e 5G - CorCom

L'OPERAZIONE

Valtellina, bond da 10 milioni per spingere fibra e 5G

La società specializzata in infrastrutture di rete entra nel programma di Intesa Sanpaolo con Elite che mira a sostenere le Pmi italiane. Il prestito obbligazionario di sette anni sarà interamente sostenuto dalla banca

25 Nov 2020

A. S.

Un prestito obbligazionario a sette anni del valore di dieci milioni di euro per sostenere finaiziariamente la crescita di Valtellina Spa, società che ha il suo core business nella realizzazione e manutenzione di infrastrutture di rete (telecomunicazioni, networking ed energia). A sottocriverlo interamente è Intesa Sanpaolo, all’interno del programma Basket Bond di Intesa Sanpaolo in partnership con Elite, la piattaforma internazionale del London Stock Exchange Group che ha l’obiettivo di accelerare la crescita delle società attraverso un innovativo percorso di sviluppo organizzativo e manageriale. L’operazione, fa sapere Valtellina a CorCom “sarà finalizzata alla sviluppo delle attività aziendali, che riguardano in particolare gli interventi sulle reti in fibra e la crescita parallela del 5G”.

“Il motivo che ci ha spinto a considerare lo strumento finanziario del Basket Bond – afferma Gianpietro Valtellina, presidente del Cda di Valtellina Spa – risiede nel fatto che la società sta realizzando un piano di investimenti di sviluppo altamente significativo, in strutture, tecnologie e risorse professionali: riteniamo pertanto adeguato ed equilibrato realizzare tale piano, affiancando all’autofinanziamento generato ogni anno da Valtellina, un supporto finanziario esterno ed alternativo agli strumenti tradizionali in grado di rendere la nostra struttura finanziaria più flessibile ed efficiente. Analizzato lo strumento con attenzione – prosegue Valtellina – abbiamo potuto proseguire e amplificare la collaborazione finanziaria con Intesa Sanpaolo, che per la nostra Società è un partner storico e che ha confermato professionalità e attenzione alle esigenze della nostra azienda e al quale rivolgo il mio ringraziamento, in particolare alle strutture dedicate che ci stanno accompagnando in questo percorso innovativo con competenze e professionalità”.

“In questa fase di rilancio dell’economia, scorgiamo un segnale di fiducia importante: il basket bond di Valtellina apre uno spiraglio sul futuro delle imprese anche del territorio bergamasco, per ripartire in questa fase di eccezionale complessità dovuta al Covid-19 – aggiunge Tito Nocentini, direttore regionale Lombardia di Intesa SanpaoloIntesa Sanpaolo ha convogliato un significativo apporto di liquidità verso le imprese con iniziative straordinarie per affrontare la contingenza e per costruire insieme le basi per la ripartenza. Il basket bond di Valtellina è uno strumento di finanza alternativa che Intesa Sanpaolo ha messo a disposizione delle Pmi per diversificare le fonti di finanziamento, rafforzarsi e avere visibilità nei confronti di quegli investitori istituzionali non raggiungibili singolarmente per via delle dimensioni aziendali contenute. Tecnicamente – conclude – al Programma basket bond di Intesa Sanpaolo partecipano realtà con piani di sviluppo molto interessanti, come quello dell’azienda di Gorle. Un presupposto che conferma ulteriormente le potenzialità di questo territorio e la volontà di Intesa Sanpaolo di supportarlo con gli strumenti più innovativi e tutto il sostegno finanziario e consulenziale che solo una banca con le nostre dimensioni e solidità può mettere in campo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2