Vegas boccia l'Opas light di Ei Towers: tutto da rifare - CorCom

LA PARTITA DELE TORRI

Vegas boccia l’Opas light di Ei Towers: tutto da rifare

La Consob: “non procedibile” l’offerta ritoccata su Rai Way. Nessun aggiornamento all’Antitrust. L’Ad della società delle torri Mediaset, Guido Barbieri: “All’authority abbiamo ribadito la solidità del progetto”

14 Apr 2015

Opas su Rai Way, tutto da rifare dopo la bocciatura della Consob sull’offerta “light” da parte di Ei Twers. “Stiamo valutando il provvedimento” della Consob ha detto l’Ad di Ei Towers, Guido Barbieri chiamato oggi a un faccia a faccia all’Antitrust sull’Opas. Nessun aggiornamento all’authority per la concorrenza è stato fatto sulla nuova offerta: il presidente Giovanni Pitruzzella ha infatti chiesto all’inizio dell’audizione se ci fossero comunicazioni dopo l’abbassamento della soglia dell’Opa ma nessuno è intervenuto. “Abbiamo ribadito l’importanza e la solidità del progetto industriale” ha detto Barbieri al termine dell’incontro.

Domani ci sarà la riunione del collegio dell’Antitrust che si esprimerà sulla prima offerta di Ei Towers e che manderà le sue conclusioni all’Agcom. Da qui scatteranno trenta giorni di tempo per l’Agcom per esprimere un parere obbligatorio, ma non vincolante. Oggi all’Antitrust si e’ dunque parlato solo della prima offerta avanzata sul 66% di Rai Way. L’Antitrust ha anche ricevuto i legali della Rai che hanno rappresentato la presa d’atto della decisione della Consob.

La bocciatura della Consob è arrivata ieri in tarda serata. La Commissione ha comunicato alla società del gruppo Mediaset di ritenere “non procedibile” l’opa sulla societa’ delle torri della Rai: insufficienti le motivazioni che hanno spinto Ei Towers a rivedere l’offerta. Nel motivare la propria decisione la Consob spiega, in sostanza, che l’aver abbassato da 66,7 al 40% la soglia per la validita’ dell’Opa fa venir meno i presupposti e gli obiettivi dell’offerta. Se Ei Towers vuole andare avanti per la sua strada con l’obiettivo di creare un operatore unico nazionale negli apparati di trasmissione televisiva e radiofonici dovra’ formulare una nuova proposta di acquisto per Rai Way.

“La modifica della soglia partecipativa cui il consiglio di amministrazione intende ora condizionare l’efficacia dell’offerta, ponendosi al di sotto della soglia del controllo della societa’ target, incide sugli elementi dell’offerta” spiega l’Autorita’ di vigilanza sulla Borsa in una nota, “e rende non piu’ procedibile l’istruttoria di approvazione del documento d’offerta depositato da codesta societa’ il 16 marzo 2015, che deve ritenersi conclusa”. “Tenuto conto della non realizzabilità – alla luce della posizione espressa dalla Rai e dal ministero dell’Economia e delle Finanze – dell’obiettivo di raggiungimento di una soglia di partecipazione di controllo nell’emittente e del progetto imprenditoriale collegato a tale esito dell’offerta, l’informazione al mercato e ai destinatari dell’offerta sulla modifica della condizione sospensiva deliberata dal consiglio di amministrazione dovrebbe essere adeguatamente supportata dall’illustrazione dei nuovi, sopravvenuti, obiettivi dell’offerta di acquisto e scambio”, aggiunge poi l’Authority guidata da Giuseppe Vegas all’indirizzo di Ei Towers.

Oggi all’Antitrust a fianco degli addi Ei Towers e di Rai Way c’erano anche i rappresentanti di Sky, La7 (Cairo) e Persidera.